Nette affermazioni delle "big" nella seconda giornata dei gironi A, B e H delle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. Poche le sorprese e tante le certezze: dalle vittorie di Francia, Olanda e Belgio passando per il poker di reti di Cristiano Ronaldo contro Andorra, ma anche i successi esterni di Svizzera ed Isole Fær Øer. Tante reti e nessun pareggio, con ben cinque gare che hanno visto la vincitrice segnare quattro o più reti. Ce n'è, insomma, per tutti i gusti.

Gruppo A, bene Francia e Olanda

Gran bagarre in vetta al girone A: la Francia batte 4-1 la Bulgaria e la sorpassa in cima alla graduatoria. Ma i Blues vanno sotto per primi grazie ad un rigore concesso dall'arbitro Luca Banti e perfettamente realizzato da Aleksandrov dopo appena sei minuti. Poi però gli uomini di Deschamps si svegliano e vanno a segno con Gameiro, Payet, Griezmann (tutti nel primo tempo) e poi ancora con Gameiro. Vince anche l'Olanda sulla Bielorussia: 4-1 con doppietta di Promes e reti di Klaassen e Janssen, di Rios la rete ospite. Orange che così restano a pari punti con la Francia in vetta alla classifica. Ad inseguire c'è la Svezia, che passa uno a zero in Lussemburgo: gara nervoso (otto ammoniti ed un espulso), ma alla fine basta una rete di Lustig agli scandinavi per passare.

Gruppo B, Ronaldo a valanga

Dopo la sconfitta all'esordio contro la Svizzera, il Portogallo non poteva proprio sbagliare in casa contro Andorra e così è stato: 1 minuto e 12 secondi sono bastati a Cristiano Ronaldo per siglare il vantaggio (rete più veloce con il Portogallo) e poi siglare un poker complessivo nel 6-0 lusitano ai malcapitati pireneici. In testa al girone restano però sempre gli elvetici, che vincono 3-2 in Ungheria e restano a punteggio pieno. Portogallo che anzi è addirittura terzo, visto il successo delle Isole Fær Øer in Lettonia per 2-0.

Gruppo H, Belgio e Grecia in testa

Tutto facile per il Belgio, che travolge 4-0 una buona Bosnia, le cui ambizioni mondiali incassano una brusca frenata. Per i diavoli rossi a segno Hazard, Alderweired e Lukaku, oltre ad un'autorete di Spahic. Bene anche la Grecia, che liquida 2-0 Cipro in un match dai forti connotati politici (l'isola è occupata militarmente dai greci a sud e dai turchi a nord da oltre quarant'anni): a segno Mitroglou e Mantolas per gli ellenici. Infine, l'Estonia ha battuto per 4-0 Gibilterra agganciando così a quota tre punti proprio la Bosnia.