Fernando Ovelar è entrato nella storia del calcio sudamericano e non solo. A 14 anni, 9 mesi e 27 giorni, l'attaccante ha segnato il suo primo gol con la maglia del Cerro Porteno, nel derby più importante del Paraguay in casa dell'Olimpia Asuncion. Una rete di pregevole fattura quella del giovanissimo bomber che in virtù di questa prodezza è diventato il secondo marcatore più giovane della storia del calcio, piazzandosi per pochi giorni di differenza alle spalle dell'armeno Armen Ghazaryan.

Fernando Ovelar in gol a 14 anni con la maglia del Cerro Porteno nel derby contro l'Olimpia Asuncion

A pochi giorni dall'esordio ufficiale con la maglia del Cerro Porteno, nell'incontro valido per la División Profesional del Paraguay contro il De Febrero, Fernando Ovelar è stato schierato titolare anche nel delicato derby contro la capolista Olimpia Asuncion. Dopo soli 16′, il ragazzino terribile ha fatto esplodere d'entusiasmo i suoi tifosi, segnando un gran gol. Scatto perentorio e colpo sotto per battere il portiere in uscita, per la sua prima marcatura tra i professionisti a soli 14 anni, 9 mesi e 27 giorni. Un vero e proprio enfant prodige che ha ricevuto l'abbraccio collettivo di tutti i suoi compagni e anche di quel Roque Santa Cruz, vecchia conoscenza del calcio europeo, che ha 23 anni più di lui. Grazie a questo gol Fernando Ovelar è diventato il marcatore più giovane della storia del Paese sudamericano.

Quali sono i marcatori più giovani della storia del calcio

Fernando Ovelar grazie al gol segnato a soli 14 anni, 9 mesi e 27 giorni è entrato di diritto nella storia del calcio. Per lui secondo posto nella speciale classifica dei calciatori più giovani a segnare una rete in un campionato di calcio professionistico. Il paraguaiano infatti per pochi giorni si piazza alle spalle dell'armeno Armen Ghazaryan che nel 2002 ha segnato la prima rete della sua carriera a 14 anni e 215 giorni. Beffati però il lettone Grinbergs in gol a 15 anni e 102 giorni, e il gioiellino norvegese Odgaard (15 anni e 150 giorni), acquistato poi dal Real Madrid. Superato anche il marcatore più giovane della storia della Serie A, ovvero il leggendario bomber della Roma Amedeo Amadei capace di trovare la rete nel 1937 a 15 anni e 9 mesi