Fabio Quagliarella ha timbrato il cartellino del gol anche contro il Parma realizzando una bella doppietta. L'esperto centravanti della Sampdoria è il leader della classifica marcatori con 25 gol in stagione, 3 in più di Zapata e 4 di Cristiano Ronaldo e Piatek. Il bomber classe 1983 è il primo bomber ad aver segnato in Serie A 25 gol a 36 anni e 94 giorni, e nel caso di vittoria finale del titolo di capocannoniere entrerebbe ulteriormente nella storia del calcio italiano, rientrando tra i re del gol più anziani del massimo campionato.

Quanti gol ha segnato Fabio Quagliarella

Fabio Quagliarella non si ferma più. In Parma-Sampdoria l'esperto attaccante ha realizzato una doppietta che gli ha permesso di consolidare la leadership nella classifica marcatori con 25 gol stagionali in Serie A. Alle sue spalle la punta dell'Atalanta Zapata a quota 22 e il tandem Cristiano Ronaldo-Piatek a 21. L'inarrestabile Quagliarella nella stagione che gli ha permesso di riconquistare la maglia della Nazionali, secondo quanto riportato da gianlucadimarzio.com, è il primo calciatore nella storia del massimo campionato ad aver segnato 25 reti a 36 anni e 94 giorni.

Quali sono i capocannonieri più vecchi della storia della Serie A

Se dovesse continuare così da qui alla fine del campionato, Fabio Quagliarella potrebbe tagliare un altro traguardo prestigioso. Confermandosi leader della classifica marcatori anche al termine delle prossime 3 giornate, il bomber classe 1983 entrerebbe di diritto nel club dei capocannonieri più vecchi della storia della Serie A. Un risultato eccezionale considerano anche i nomi presenti in questa speciale classifica che vede al 6° posto Alessandro Del Piero, con 21 gol all'attivo nella stagione 2007/2008 a 33 anni. Stessa età di Antonio Di Natale quando si laureò capocannoniere con 28 gol nel 2010/2011 e del leggendario Gunnar Nordhal con il Milan nel 1954/1955 con 27 gol. Luis Vinicio si laureò "Pichichi" a 34 anni con la maglia del Vicenza nel 1965/1966 con 25 gol all'attivo, uno in più di Dario Hubner che a 35 anni nell'annata 2001/2002 segnò 24 reti col Piacenza. L'ultimo "vecchio" bomber del calcio italiano è stato Luca Toni che con la maglia del Verona nel 2014/2015 segnò 22 reti. Quagliarella in caso di vittoria diventerebbe il secondo capocannoniere più anziano della storia.