Sette vittorie su altrettante partite del girone di qualificazione, 20 gol fatti e 3 subiti, differenza reti +17. Sono questi i numeri del primato dell'Italia nel Gruppo J, che ha staccato il pass per Euro 2020. E se la vittoria contro la Finlandia aveva spalancato la strada alla Nazionale di Roberto Mancini, la partita contro la Grecia (vinta per 2-0) ha rappresentato l'opportunità di chiudere i conti e mettere al sicuro la partecipazione al torneo continentale con 3 giornate di anticipo rispetto al calendario. Una bella iniezione di fiducia e soprattutto il modo migliore per lasciarsi alle spalle il brutto ricordo della mancata partecipazione al Mondiale di Russia 2018.

Quale risultato qualifica matematicamente l'Italia a Euro 2020

Quale risultato serviva agli Azzurri, che all'Olimpico esibiscono la maglia verde, per essere matematicamente al sicuro e primi nel girone? Battere gli ellenici era prioritario ma occorreva anche che si verificassero almeno un paio di altre combinazioni favorevoli. Quali erano? Eccole, sì da trasformare la gara di Roma come l'emblema della rinascita dopo la serata nefasta di San Siro contro la Svezia.

  • L'Italia si qualificava matematicamente a Euro 2020 se batteva la Grecia e la Finlandia perdeva sul campo della Bosnia: il pesante ko della Finlandia (4-1) sul campo della Bosnia è stato un assist per la Nazionale sfruttato in pieno contro la Grecia.
  • L'Italia si qualificava matematicamente a Euro 2020 se batteva la Grecia e l'Armenia non vinceva contro il Liechtenstein: in questo caso la Nazionale s'è piazzata matematicamente davanti agli armeni fino al termine delle partite in programma.

La classifica avulsa che premia l'Italia

Una volta vinta la partita contro la Grecia per l'Italia è fatta. Qualora ci fosse un arrivo a pari punti (3 squadre a quota 21 – ipotizzando che l'Italia perda le ultime tre), sarebbe sempre la Nazionale di Mancini a prevalere in base alla classifica avulsa calcolata tenendo conto degli scontri diretti nettamente favorevoli (ha già accumulato 9 punti ). A qualificarsi sono le prime due squadre del girone, mentre le migliori terze saranno di scena nel novero degli spareggi.

  • La classifica del Gruppo J: Italia 21 (+17 differenza reti), Finlandia 12 (+1), Armenia 10 (+1), Bosnia Erzegovina 10 (+4), Grecia 5 (-3), Liechtenstein 2 (-5)

Le prossime partite in calendario

Dopo la gara contro la Grecia l'Italia è attesa dalla trasferta in Liechtenstein (15 ottobre) e in Bosnia Erzegovina (15 novembre). A chiudere il girone di qualificazione è la partita in casa contro l'Armenia del 18 novembre.

  • 15/10 Liechtenstein-Italia (20.45), Grecia-Bosnia (20.45), Finlandia- Armenia (20.45)
  • 15/11 Armenia-Grecia (18), Finlandia-Liechtenstein (18), Bosnia-Italia (20.45)
  • 18/11 Italia-Armenia (20.45), Liechtenstein-Bosnia (20.45), Grecia-Finlandia (20.45)