Neymar? Qui alcuni giocatori non lo capiscono. È qualcuno che devi avere in campo tutto il tempo, che ti dà ciò che non hai. Gli dai la palla e lui sa già cosa fare Neymar è il calciatore che fa andare più persone allo stadio. La gente paga il biglietto per vedere uno spettacolo. Se Messi avesse perso un pallone, al Barça saremmo corsi come matti per recuperarlo e ridarglielo.

Dani Alves non ha ma avuto grossi problemi a dire ciò che pensa e ha voluto lanciare un messaggio forte nei confronti dei suoi attuali compagni di squadra e dei suoi compagni. Proprio come aveva fatto con la Juventus, lasciata dopo una sola stagione sbattendo la porta in seguito alla finale di Champions League persa contro il Real Madrid ("Alla Juve non mi divertivo. Il calcio italiano deve cambiare, prenda esempio dal Napoli"), il terzino brasiliano ha criticato duramente il Paris Saint-Germain, facendo trapelare la sua insoddisfazione per l’operato del direttivo dei parigini in questa stagione e, come appena riportato, per quanto fatto nei confronti di Neymar. Ai microfoni del programma "Team Duga" su RMC diretto dall'ex calciatore Christophe Dugarry, Dani Alves ha affermato:

Io so come si vince e come si perde. Quando dico che qualcosa va bene, sarebbe bello che mi seguissero, non perché sappia più cose degli altri, ma perché ho già vissuto tutto. Bisognerebbe ascoltare chi è passato per queste situazioni e affidarsi alla sua esperienza. Io ho già vinto tutto e parlo di quello che ho vissuto.

Molti hanno letto in queste parole un consiglio a Neymar a guardare il suo futuro in maniera diversa e forse lontana dalla Tour Eiffel. Ciò che sembra sicuro è il suo addio al club francese, visto il cui contratto del brasiliano scadrà il prossimo 30 giugno e dopo queste parole è quasi certo che la sua carriera proseguirà altrove.