Il Liverpool vince anche in casa del Bournemouth, conquista il quindicesimo successo in campionato e scappa. Rotondo successo anche per il Tottenham, che batte 5-0 il Burnley e si riavvicina al quarto posto (complice il ko del Chelsea in casa dell’Everton). Doppietta di Kane e perla del coreano Son. Chelsea battuto dall’Everton. Lo United vince il derby di Manchester. City ko in casa per 2-1, gol di Rashford, Martial e Otamendi.

Bournemouth-Liverpool 0-3

Un’altra vittoria, la quindicesima in sedici partite di campionato, per il Liverpool che batte 3-0 il Bournemouth e, almeno per una notte, mette il Leicester a 11 punti. La squadra di Klopp ha fatto la partita, ma ha dovuto aspettare il 35’ per trovare il vantaggio con Oxlade-Chamberlain, servito magistralmente da Henderson. Keita raddoppia nel finale del primo tempo, la ripresa è un allenamento agonistico per i Reds che chiudono i giochi con Salah.

 

Tottenham-Burnley 5-0

Si riscatta subito, dopo il ko subito con il Manchester United, il Tottenham di Mourinho che in casa continua a segnare a raffica. Dopo 9 minuti il punteggio era già 2-0, reti di Kane e Lucas Moura. Son segna un gol fantastico, con una giocata da playstation, 70 metri palla al piede, coast to coast. Nella ripresa il passivo diventa pesantissimo per la squadra di Dyche. Gli Spurs trovano il gol ancora con Kane e poi con Sissoko. Il Tottenham si rimette nella scia del Chelsea, il quarto posto dista sei punti.

 

Everton-Chelsea 3-1

Marco Silva è stato esonerato giovedì. Duncan Ferguson, ex grande attaccante scozzese dell’Everton è stato promesso come tecnico ad interim, si è seduto sulla panchina dei Toffies ed ha trasformato la squadra blu di Liverpool che ha messo ko il Chelsea, Lampard incassa la terza sconfitta nelle ultime quattro partite. L’Everton passa subito con Richarlison, Calvert Lewin raddoppia, Kovacic riapre l’incontro con una splendida conclusione. Un errore di tutta la difesa del Chelsea permette ancora a Calvert Lewin di firmare il gol del 3-1. Il momento più bello della partita è stato l’abbraccio di Ferguson a un raccattapalle, impazziti di gioia entrambi dopo la rete del due a zero.