Dopo la roboante vittoria in casa contro il Chelsea nella prima giornata di Premier League, il Manchester United non va oltre l'1-1 in casa del Wolverhampton. La squadra di Ole Gunnar Solskjaer per poco più di un tempo è stata prima nella graduatoria del campionato inglese ma la grande partenza nella ripresa dei ragazzi di Nuno Espirito Santo ha riportato i Red Devils sulla terra. Pogba poteva mettere la sua firma sulla gara ma Rui Patricio ha respinto la conclusione dagli 11 metri del francese e ha regalato il secondo pareggio consecutivo ai Wolves.

Martial è spietato: in rete al primo tiro

Lo United è partito bene al Molineux Stadium, tenendo il campo in modo eccellente e senza soffrire praticamente mai, così al 27′ viene concretizzata la superiorità con Anthony Martial: su palla in verticale di Rashford l'attaccante francese ha infilato la palla alle spalle di Rui Patricio con un sinistro fortissimo sotto la traversa. Rete numero 50 con la maglia dei Red Devils per l'ex calciatore del Monaco, che ha segnato al primo tiro verso la porta avversaria in questa partita ed è il 53° giocatore a segnare 50 goal in tutte le competizioni con il Manchester United.

Super goal di Neves, il 10° da fuori area con i Wolves

Nella ripresa i Wolves sono entrati in campo con uno spirito molto più aggressivo e solo il palo ha salvato De Gea sul colpo di s  di Jimenez su un calcio di punizione di Coutinho. Il pari è solo rimandato. Pochi istanti dopo Ruben Neves ha ricevuto palla da Moutinho e ha lasciato partire un destro che ha toccato la traversa e si è infilato in rete: davvero un grande goal per il centrocampista portoghese, il 13° del classe 1997 con il club inglese (10 da fuori area e 3 su rigore).

Patricio ipnotizza Pogba: rigore respinto

Dopo il punto del pareggio Pogba ha provato a prendere per mano i suoi e con un'azione solitaria è stato atterrato in area: calcio di rigore. Il francese si è portato sul dischetto ma un tiro non irresistibile e la reattività di Rui Patricio hanno fatto esplodere il Molineux Stadium. Quarto errore dal dischetto per l'ex juventino tra l'anno scorso e quest'anno. Nel finale di gara poca lucidità e tanta frenesia non portano a grossi sussulti. C'è spazio per l'esordio davanti ai tifosi di casa per Patrick Cutrone e poco più.