Il web e i social network non perdonano. Lo sa bene il comico Gabri Gabra che per le sue dichiarazioni di qualche settimane fa su Krzysztof Piatek, definito "il più grande bluff della storia del calcio" è finito sulla graticola. Gabri Gabra al secolo Daniele Ronchetti tifosissimo del Genoa si era dimostrato felicissimo per il trasferimento del bomber polacco al Milan, considerando i suoi gol in rossoblu un fuoco di paglia. Dopo l'exploit in rossonero, il popolo milanista ha ricordato al diretto interessato i suoi giudizi affrettati, ottenendo una risposta autoironica.

Piatek al Milan, quando Gabri Gabra lo definì come il più grande bluff della storia del calcio

Krzysztof Piatek si è integrato alla perfezione nel Milan come confermato dai 6 gol segnati in 5 partite, ultimi i due che hanno permesso ai rossoneri di espugnare il terreno di gioco dell'Atalanta. E pensare che c'è chi aveva definito sì il suo acquisto un colpaccio, ma per il Genoa. Si tratta di Gabri Gabra, popolare comico ligure con un trascorso a Colorado. Quest'ultimo dopo l'ufficialità del trasferimento di Piatek dai rossoblu ai rossoneri aveva parlato così in una trasmissione web: "Mi sfrego le mani perché al Milan gli abbiamo tirato un tiro mancino. Gli abbiamo venduto questo  Piatek a 40 milioni, che se fa tre gol per tutto il resto del campionato è anche tanto. È il più grande bluff della storia del calcio, non segna neanche con le mani". Il tutto esaltando il presidente Preziosi per aver rifilato un "pacco" di mercato al Milan

Il mea cupa di Gabri Gabra

E invece Piatek si è rivelato un super acquisto per il Milan come confermato dai 6 gol in 5 partite. Inevitabili dunque gli sfottò per Gabri Gabra che ha preso però il tutto con autoironia. Già nelle scorse settimane infatti, il comico sul suo profilo Instagram ha pubblicato un video in cui ribadisce le sue dichiarazioni sul "bluff" Piatek. Il tutto accompagnato da queste parole: "Al primo errore tutti che ti puntano il dito, condividi con il tuo amico che le azzecca tutte. Ma ricordate che solo chi sbaglia i rigori li tira. E in campionato non ha ancora segnato". Insomma ridiamoci su.