Lo aveva fatto ad Anfield Road, in occasione della gara di Champions League contro il Napoli. Lo ha ripetuto anche lo scorso 3 gennaio prima della sfida contro il Manchester City. Perché Jurgen Klopp spia il riscaldamento delle squadre avversarie? Perché il tecnico tedesco se ne sta fermo in mezzo al campo, impalato a fissare i calciatori avversari? E' forse un tentativo di intimorire i giocatori, suggestionarli, un modo per auto-caricarsi in vista della partita? Niente di tutto questo, si tratta solo di un rituale scaramantico che l'ex allenatore del Borussia Dortmud ripete con frequenza peccato, però, che gli effetti non siano sempre quelli sperati…

Nella sfida di Coppa gli è andata bene: la vittoria per 1-0 (complice la parata miracolosa di Alisson su Milik) consegnò la qualificazione agli ottavi di finale ai Reds escludendo i partenopei per differenza reti. In Premier, invece, le cose non sono andate per il verso giusto sia per la sconfitta (2-1) sia per quel clamoroso salvataggio sulla linea (la palla non è entrata per 11 millimetri) di John Stones.

La posa scaramantica di Jurgen Klopp

Le telecamere di Sky Sports Inghilterra non si sono lasciate sfuggire l'atteggiamento di Klopp: rivolto di spalle alla propria squadra, se ne sta fisso a centrocampo con le gambe divaricate, le mani in tasca e lo sguardo rivolto al Manchester City, provando a scrutare da sotto il cappellino il riscaldamento degli avversari. Chissà cosa pensa in quei momenti, fatto sta che quel gesto è diventato virale.

Perché Klopp spia gli avversari? La spiegazione

Se credete che Klopp si comporti in quel modo per suggestionare gli avversari vi sbagliate. Secondo quanto rivelato dal portale inglese sportbible.com, il tecnico tedesco considera quell'atteggiamento una sorta di rito propiziatorio: il suo è quello di stare lì, nel cerchio di metà campo, non tanto distante dalla squadra avversaria. Così come lo ha fatto all’Etihad Stadium prima della gara di Premier col City, lo aveva ripetuto anche contro il Chelsea, il Southampton, il Napoli e in pre-campionato contro il Chester, club che milita nella sesta serie inglese.