Perché la nazionale femminile del Brasile ha cinque stelle sulla maglia nonostante non abbia mai vinto un Mondiale? E' il particolare emerso già in occasione della prima gara della Coppa giocata dalla Seleçao contro l'Australia, destando curiosità anche durante la sfida contro l'Italia. La risposta è molto più semplice di quel che credete, non c'è alcuna motivazione particolare: la federazione verde-oro non ha aggiornato il materiale tecnico a disposizione delle donne, fornendo loro le stesse divise indossate dai colleghi maschi che si fregiano del titolo di cinque volte campioni iridati.

L'Argentina, invece, per non generare confusione ha adottato un escamotage: le casacche sono le stesse ma hanno avuto cura di coprire le due stelle stampate sopra il logo dell'Afa. Morale della favola, i mondiali vinti dagli uomini non valgono anche per le donne.

L'Italia non ha le 4 stelle sulla maglia ma sui pantaloncini sì

Nemmeno la Nazionale Azzurra ha adottato una linea chiara al riguardo. Osservando alcune immagini delle gare della squadra di Milena Bertolini si nota che sullo scudetto cucito in petto non ci sono le quattro stelle simbolo delle quattro Coppe del mondo conquistate dalla selezione maschile nella propria storia ma compaiono invece sul logo che si trova sul margine dei pantaloncini e sulle divise dei dirigenti accompagnatori e di quelle ufficiali di rappresentanza [come la giacca vestita da commissario tecnico nelle conferenze stampe oppure in altri eventi].

Quanti trofei ha vinto la selezione femminile? Nessuno, anzi l'Italia è tornata alla fase finale di un Mondiale per la prima volta dopo 20 anni. In passato era riuscita a qualificarsi solo in due edizioni, raggiungendo i quarti nel 1991.

In assenza di una normativa precisa ogni Federazione ha adottato una soluzione differente

Detto dei casi di Brasile, Italia e Argentina, come si sono regolate le altre Federazioni? La realtà è che, in assenza di una normativa precisa al riguardo, ogni nazionale ha adottato soluzioni differenti per distingue i successi [e quindi le casacche] ottenuti dalle squadre maschili e femminili.

I casi corretti di Stati Uniti e Francia

Un esempio al riguardo sono gli Stati Uniti che sul logo della Federazione recano tre stelle, ovvero i titoli conquistati dalle donne i 3 edizioni dei Mondiali su otto disputate. Una stella per ogni trionfo a differenza dei maschi che non hanno mai sollevato la Coppa. Corretta anche la soluzione scelta dalla Francia: sulle casacche indossate dalle donne non compare alcuna stella mentre sono due quelle che sovrastano il ‘galletto' della federazione transalpina che nel 2018 ha conquistato il secondo mondiale della sua storia.