La Lazio passa a Genova grazie ad una doppietta di Ciro Immobile ma è il giovanissimo rossoblù Pietro Pellegri a prendersi gli onori della scena con due gol che hanno lanciato il classe 2001 nel firmamento del grande calcio. Dopo la rete che lo fece conoscere al grande calcio, nella giornata dedicata a Francesco Totti e al suo addio al mondo del pallone, oggi ancora contro una squadra della Capitale, Pellegri si è ritagliato il proprio spazio, assumendo il ruolo da protagonista.

Il predestinato del pallone

Dall'Olimpico alla Lazio, nel segno del gol

Due reti alla Lazio, inutili ai fini del risultato ma è comunque la prima doppietta in carriera per il sedicenne nato a Genoa con i colori del Grifone. Due gol che hanno già consacrato alla storia del nostro calcio il giovane Pellegri. Un predestinato del pallone, che aveva già trovato la propria gloria all'Olimpico rischiando di rovinare la festa per Francesco Totti uno dei totem del nostro calcio. Oggi, contro la Lazio, ancora una volta ha tolto la scena a un altro giocatore, Ciro Immobile.

Prodotto del vivaio genoano

Pellegri è cresciuto nel Genoa e ha esordito in Serie A il 22 dicembre del 2016 in Torino-Genoa (1-0), alla seconda convocazione in prima squadra. L'esordio allo stadio Luigi Ferraris è avvenuto negli ultimi minuti di Genoa-ChievoVerona ed è riuscito a realizzare la sua prima rete in Serie A il 28 maggio 2017, nell'ultima giornata del campionato 2016-2017, segnando il gol del momentaneo 1-0 nella partita che il Genoa perse per 3-2 sul campo della Roma

Prima Totti, poi Immobile

La storica rete alla festa di Totti

Era l'ultima partita in carriera del capitano romanista Francesco Totti. Tutti gli occhi erano per il ‘Pupone' nel suo stadio, davanti al proprio pubblico ma con quella rete, realizzata a 16 anni e 72 giorni, Pellegri si ritaglia un paio di righe nella storia del nostro pallone: diventa il terzo più giovane marcatore in Serie A, dopo Amedeo Amadei e Gianni Rivera.

La doppietta nella serata di Immobile

Domenica sera, perdendo ancora una volta 3-2, ma questa volta in casa a Marassi, Pietro Pellegri si esalta contro un'altra romana, la Lazio. Segna due reti, la sua prima doppietta in serie A, confermando doti importantissime e una crescita costante e facendo passare in secondo piano i due gol decisivi di Ciro Immobile. Tanto che Juric adesso difficilmente lo toglierà dall'attacco del Grifone.