Nel giorno della sentenza contro l'ex presidente Maurizio Zamparini, colpito dal tribunale federale con una squalifica di 5 anni e con l'inibizione da qualunque ruolo federale, per il Palermo è arrivata la notizia che ogni tifoso rosanero sperava di non dover mai ricevere. Dopo i problemi societari emersi in occasione dell'iscrizione al nuovo campionato di Serie B, e il ricorso presentato (e respinto) dalla Arkus di Walter Tuttolomondo, il Presidente della Lega nazionale calcio ha infatti comunicato alla città la notizia ufficiale dell'esclusione dal prossimo campionato di Serie B.

Gabriele Gravina lo ha fatto inviando al sindaco Leoluca Orlando una nota ufficiale, contenente anche il richiamo alla possibilità di iscrizione di una nuova società, anche in sovrannumero, al campionato di serie D. Successivamente la Lega nazionale dilettanti ha inoltre trasmesso al primo cittadino del capoluogo siciliano anche i modelli per gli adempimenti necessari alla iscrizione della della costituenda società "Palermo" al campionato di serie D/LND ‪2019-2020‬.‪ ‬

Massimo Ferrero torna in corsa

L'iscrizione al nuovo campionato di Serie D, dovrà essere presentata entro il prossimo 29 luglio alle 15. Nelle scorse ore sono intanto scaduti i termini per eventuali richieste di chiarimenti sulla partecipazione all’acquisizione del titolo sportivo del club siciliano. Tra coloro che non hanno esercitato questo diritto c'è anche Massimo Ferrero, che secondo "Media Gol" sarebbe pronto a partecipare all’avviso pubblico per l’assegnazione del titolo.

Il progetto dell'attuale patron della Sampdoria, che sarebbe ovviamente costretto a cedere le quote di maggioranza della società genovese, sarebbe già stato studiato e prevederebbe il coinvolgimento di due personaggi molto noti ai tifosi palermitani: Giorgio Perinetti e Beppe Iachini. Ferrero, che avrebbe studiato un piano d'investimento da 20 milioni circa, avrebbe anche già ottenuto l'ok da alcuni giocatori "preallertati" in questi ultimi giorni.