Gonzalez con il Novara

Giocati i primi 90 minuti della doppia finale dei play-off della Serie B tra Padova e Novara. La partita di andata è stata disputata all'Euganeo di Padova e, pur avendo regalato diverse emozioni, è terminata col punteggio di 0 a 0.  Seppur sia finita a reti bianche è stata comunque ricca di emozioni. La formazione di casa, allenata da mister Dal Canto, si presenta con il solito tridente offensivo composto dal gioeillino di proprietà del Genoa El Shaarawy, dall'ex attaccante del Chievo Verona Marcos Ariel de Paula e da Ardemagni. Gli ospiti, "orfani" di Bertani, rispondono con un tridente "nascosto": Pinardi-Motta-Gonzalez.

SUBITO FORTE – Nei primi minuti del primo tempo è il Padova a rendersi pericoloso e ad andare vicino al vantaggio grazie ad una potente conclusione di Cuffa che l'estremo difensore del Novara Ujkani può solo guardare; per sua fortuna la sfera si stampa sul montante alla sua sinistra. Nemmeno il tempo di riprendersi, per aver sfiorato il vantaggio, che il Padova va vicinissimo a subire un gol. Dopo un calcio di punizione per il Novara, la palla viene respinta fuori dalla difesa del Padova ma diventa buona per Gonzalez che calcia in corsa di controbalzo facendo la barba al palo. Ancora un'azione per parte prima della fine dei primi 45 minuti: al 20esimo una conclusione di Motta dalla distanza viene respinta d'istinto dal portiere Cano, mentre pochi minuti prima della fine del tempo è l'egiziano El Sharaawy ad andare vicino al gol grazie ad una bella combinazione in velocità, la sua conclusione ravvicinata però non da i frutti sperati.

AZIONI MA NESSUN GOL – Nella ripresa la musica non cambia, le squadre pur stando attente alla fase difensiva, non disdegnano le sortite offensive. Motta ed El Sharaawy sono i giocatori più pericolosi delle rispettive squadre. Il Padova, al 65esimo minuto, protesta per un tocco di mano in area avversaria, l'arbitro ha lasciato però correre. Qualche minuto dopo, la più nitida delle palle gol ce l'ha il Novara con Gonzalez il quale in fase di preparazione è perfetto, dribbla un avversario e si trova uno contro uno con il portiere che però riesce ad ipnotizzarlo e a neutralizzare la conclusione. Gli ultimi minuti di partita sono di marca biancoscudata: De Paula colpisce il palo di testa ed El Sharaawy si rende pericoloso con un tifo da fuori.
Padova (4-3-3)  Cano; Crespo, Legati, Cesar, Renzetti; Bovo, Cuffa, Italiano; De Paula, El Shaarawy (82′ Rabito), Ardemagni (55′ Di Nardo). All: Dal Canto

Novara (4-3-1-2)  Ujkani; Coubronne (76′ Gheller), Lisuzzo, Centurioni, Gemiti; Marianini (71′ Drascek), Rigoni, Porcari; Pinardi (46′ Scavone); Motta, Gonzalez. All: Tesser