Nonostante le forti polemiche di qualche mese fa, Mesut Ozil ha tirato dritto per la sua strada senza preoccuparsi della nuova e probabile ondata di commenti negativi. Il giocatore dell'Arsenal, che nel maggio del scorso anno si era fatto fotografare (insieme al compagno Gundogan) con Recep Tayyip Erdogan, ha infatti tenuto fede alle sue parole e "convocato" il presidente turco per assegnargli un suggestivo e importante ruolo.

L'attaccante tedesco di origini turche, nelle scorse ore si è infatti sposato con Amine Gulse (ex miss Turchia), e ha avuto al suo fianco come testimone proprio il tanto contestato Erdogan: arrivato sorridente prima della cerimonia, insieme alla moglie Emine, nell'hotel di lusso sulle rive del Bosforo scelto dalla coppia per celebrare le nozze. Una decisione che ha creato forte imbarazzo, ma che il giocatore aveva già preso e comunicato da molto tempo.

Lo sfogo di Ozil

Reduce dalla bruciante sconfitta nella finale di Europa League, Mesut Ozil ha dunque portato all'altare la sua compagna prima di partire per un meritato viaggio di nozze. Nel bagaglio che porterà con sé, ci saranno però le nuove polemiche per l'invitato speciale al suo matrimonio: commenti acidi, che hanno peraltro già accompagnato la carriera tedesca del trentenne di Gelsenkirchen. Dopo l'umiliante eliminazione della Germania dal Mondiale russo, ad esempio, i tifosi tedeschi puntarono il dito proprio contro Ozil.

Un attacco che obbligò il giocatore dell'Arsenal a lasciare la Nazionale a causa delle mail di minacce e di odio ricevute e per colpa dell'ennesimo episodio di razzismo nei suoi confronti. "Sono tedesco quando vinciamo, ma sono un immigrato quando perdiamo", si sfogò Ozil dopo l'addio alla selezione tedesca: parole che alimentarono nuovamente le critiche dei tifosi e dei media. Proprio come quelle destinate ad arrivare dopo le sue nozze.

Mrs. & Mr. Özil 👰🏻❤🤵🏻

A post shared by Mesut Özil (@m10_official) on