Li chiamano i giocatori creativi. Sono quelli che "spaccano" le partite grazie ad una visione di gioco più sviluppata rispetto a quella degli altri colleghi in campo. Le loro giocate e i loro assist sono ovviamente una manna da cielo per tutti gli attaccanti e fanno impazzire i tifosi sugli spalti. A tracciare un identikit dei dieci calciatori più determinanti, sono stati i colleghi di Opta che, sin dal 2006, hanno preso nota delle giocate di questi campioni.

In testa a questa particolare classifica troviamo Mezut Ozil. Croce e delizia dei tifosi dell'Arsenal, il tedesco di origini turche ha infatti creato 1033 chance e 128 assist in 354 partite disputate. Dal 2006 in avanti, Ozil ha dunque avuto una media di 3,5 occasioni create a partita. Dietro di lui c'è invece Dimitri Payet, che durante le esperienze con Nantes, Saint-Etienne, Lille, Marsiglia, West Ham e ancora Marsiglia, ha totalizzato 1016 chance e 104 assist in 404 partite.

I tre "italiani"

Da quando Opta ha cominciato a fornire informazioni e dettagli sui vari campionati europei, Ozil e Payet si sono dunque dimostrati i due giocatori più pericolosi in zona offensiva. Ma, ovviamente, non sono i soli. Cesc Fabregas e David Silva seguono i due in testa (con 932 e 886 possibilità create) e precedono la prima grande stella inclusa in questa "top ten": Leo Messi, fermo in quinta posizione con 861 occasioni create e 151 assist in 402 gare.

Dalla sesta posizione in giù ci sono anche tre giocatori che hanno dato spettacolo nel nostro campionato. Subito dopo Eden Hazard, figura infatti Marek Hamsik con 740 giocate pericolose e 80 assist. Juan Mata precede invece Francesco Totti: al nono posto con un totale di 696 occasioni create e 73 assist in 284 partite. In fondo alla graduatoria, c'è infine Cristiano Ronaldo. Il portoghese, dal 2006 ad oggi, ha infatti costruito "solo" 695 azioni pericolose e sfornato 111 assist.