La trama dell'operazione Oikos, smascherata alla fine di maggio, ha raggiunto anche l'Italia. Secondo alcuni documenti a cui ha avuto accesso il quotidiano spagnolo El Pais la rete di scommesse che ha travolto la Spagna sarebbe arrivata anche in Serie A e avrebbe coinvolto la partita Cagliari-Frosinone giocata il 20 aprile e conclusasi con il risultato di 1-0. Il rapporto della polizia mostra che l'ex giocatore di calcio Carlos Aranda, uno dei presunti leader di questa rete, ha giocato la vittoria del Cagliari e ha vinto la sua scommessa. Sul quotidiano spagnolo hanno descritto così quanto accaduto in occasione del calcio di rigore per i sardi: "Il laterale destro del Frosinone, Francesco Zampano, investe in modo un tantino incauto un attaccante".

Aranda e Mariotti intercettati dalla Polizia

La Serie A è entrato nel radar degli investigatori attraverso una conversazione del 2 aprile tra Aranda e Mattia Mariotti, un italiano che vive a Malaga a poco più di un chilometro dal negozio di scommesse di proprietà di Aranda nel quartiere di El Palo. Mariotti è un uomo di fiducia per Carlos Aranda "dal momento che effettua il trasporto di denaro da Malaga a Roma e viceversa, arrivando a trasportare pure 90.000 euro in valigia" secondo gli investigatori.

La polizia spagnola sarebbe arrivata alla conclusione che questa gara del campionato italiano sua truccata attraverso alcune intercettazioni: in una di queste Aranda e Mariotti parlano dei giocatori del Frosinone e del team manager della squadra, attraverso il quale l'italiano assicura di poter arrivare ai tesserati del club ciociaro tramite il ‘il capellone' (un suo amico che gestisce scommesse clandestine e al quale il team manager del Frosinone dovrebbe un'ingente quantità di denaro). In un'altra intercettazione Aranda dice a una sua collaboratrice, che gestisce le agenzie di scommesse di sua proprietà a Malaga, di scommettere alcune migliaia di euro sulla vittoria del Cagliari contro la squadra di Marco Baroni.

La reazione del Cagliari: Estranei a questi presunti avvenimenti

Il club sardo ha diramato un comunicato stampa in merito all'articolo apparso stamane sul quotidiano spagnolo per dichiarare la sua estraneità a questi presunti avvenimenti:

Il Cagliari Calcio ha appreso con stupore da organi di stampa di essere stato menzionato quale parte lesa riguardo alla vicenda legata ad un presunto illecito all’interno del filone di indagini denominato “Oikos” riferito ad episodi di calcio scommesse del campionato spagnolo.

Il Club, citato in una partita oggetto di indagine come parte lesa, esprime la sua totale estraneità a questi presunti avvenimenti, diffidando chiunque dal citare e/o associare agli stessi, in maniera non opportuna, il nome della Società, con riserva di tutelare l’immagine e l’onorabilità del Club in ogni sede.