Svelato il nuovo Stadio della Roma, presentato quest'oggi in Campidoglio. Alla conferenza stampa, cui hanno preso parte il presidente giallorosso James Pallotta, il ceo Italo Zanzi ed il sindaco della città Ignazio Marino, erano presenti anche la squadra e le vecchie glorie come Falcao e Conti, oltre ad uno stuolo di giornalista da tutto il mondo. "Sarà uno stadio ultramoderno, stupefacente", ha detto Pallotta, "L'Olimpico è stata una grandissima casa per la Roma, ma ha fatto il suo tempo. Oggi Roma, la Roma e i suoi tifosi hanno bisogno di uno stadio nuovo. Si tratta di una grande opportunità per la città, il Paese e la squadra: il progetto, si spera, durerà solo 2 anni, e creerà tanti posti di lavoro". Entusiasta anche Dan Meis, architetto del progetto: "Con lo Stadio della Roma vogliamo riproporre la gloria e potenza del Colosseo: vogliamo sviluppare secondo questi criteri uno stadio a ridosso del campo, a differenza dell'Olimpico. Abbiamo pensato ad un impianto esclusivo per il calcio, che possa rifarsi al monumento simbolo di questa città: creeremo una sorta di nuovo Colosseo, cercando di dare all'impianto un'impronta moderna".

I numeri del progetto: capienza, costi, tempi di realizzazione. Si tratterà di un'opera immensa, come del resto altre società calcistiche europee hanno già fatto: l'impianto, la cui capienza oscillerà tra i 52 ed i 60mila posti (in modo da poter ospitare una finale di Champions League), sorgerà come detto a Tor di Valle (Roma Sud), sui terreni del costruttore Luca Parnasi, non lontano dal centro storico della Capitale, nella zona dove si tenevano il trotto dei cavalli prima che fossero spostati all'ippodromo delle Capannelle. I costi sono da capogiro: soltanto la "struttura", ovvero lo stadio vero e proprio, costerà circa 400 milioni di euro, tutti versati da privati. Le infrastrutture esterne, ovvero quelle che poi vedranno il proliferare di negozi, sponsor, merchandising, eccetera, costeranno tra i 400 ed i 500 milioni. Costo complessivo, insomma, di un miliardo di euro per uno stadio che prevederà anche la possibilità di abbonamenti "extra lusso", che difficilmente potranno permettersi le famiglie: si parte da 15mila euro, per un palco con vista partita e cena, e visita agli spogliatoi.

Una panoramica del Colosseum

11.30 – Dan Meis, l'architetto del nuovo stadio: "Con lo Stadio della Roma vogliamo riproporre la gloria e potenza del Colosseo: creeremo una sorta di "nuovo Colosseo", cercando di dare all'impianto una impronta moderna".

11.27 – Finalmente viene scoperto il modellino del nuovo stadio della Roma!

11.15 – James Pallotta, presidente della Roma: "Voglio ringraziare il Sindaco Marino per averci ospitato, e tutti voi presenti. E' davvero una bellissima esperienza essere vicini al Foro Romano, dove si è decisa la storia mondiale. E' un onore poter presentare alla città di Roma il nuovo stadio proprio qui: l'Olimpico è stata una grandissima casa per la Rom, ma i tifosi e tutto il paese hanno bisogno di un qualcosa di nuovo che ci darà tanti vantaggi. Il progetto sarà finanziato da privati e non ci saranno fondi pubblici. Con questo stadio la Roma sarà una squadra leader a livello mondiale, è questo è il nostro obiettivo. La capacità sarà di 52 mila posti, ma potrà essere aumentata fino a 60 mila. Le tribune saranno a ridosso del campo e non vorrei essere nei panni dei calciatori avversari che oseranno venire qui a sfidarci".

11.10 – Italo Zanzi, ceo della Roma: "Questo è un giorno speciale per Roma, per la Roma e per i tifosi. Abbiamo messo il massimo impegno per realizzare questo impianto, è stato un processo cominciato ventiquattro mesi fa".

11.07 – Entrano Ignazio Marino, sindaco di Roma, James Pallotta, presidente della Roma e Italo Zanzi, ceo della società giallorossa. Subito strette di mano con il capitano Francesco Totti.

11.00 – Iniziata la presentazione. Oltre 100 testate accreditate da tutto il mondo.

10.57 – Roberto Falcao ha parlato ai microfoni di Roma Channel: "Il nuovo stadio sarà fantastico, sono poche le squadre al mondo che hanno uno stadio di proprietà. Una cosa come questa, con questa crisi economica, deve essere esaltata. La società sta dimostrando che la storia non è iniziata ieri, ma dal 1927″.

10.55 – Appena cinque minuti alla presentazione ufficiale del nuovo stadio della Roma: l'hashtag ufficiale è #StadiodellaRoma. Presenti, tra l'altro, anche Falcao ed altre vecchie glorie giallorosse. Attesa spasmodica, tantissimi giornalisti presenti. Il plastico del nuovo stadio attende soltanto di essere svelato. E' arrivata anche la squadra, con Francesco Totti davanti a tutti.

Il popolo di tifosi di Roma tornerà a sognare le imprese sportive al Colosseo. Non in quello storico, il cui vero nome è Anfiteatro Flavio, che caratterizza da sempre l'immaginario collettivo mondiale quando si parla della Città Eterna. No, il nuovo Colosseo sorgerà a Tor di Valle, e sarà la nuova casa della Roma, che sembra intenzionata a prendere il posto che le spetta nel calcio internazionale, alla pari di altre grandi capitali europee come Madrid, Londra e Parigi. Il nuovo stadio sarà presentato oggi alle 11, in diretta streaming sul canale Youtube della società giallorossa.

La critica dell'architetto Massimiliano Fuksas. Non tutti però hanno applaudito il progetto per il nuovo stadio. Anzi, si sono levate critiche furibonde da parte di alcuni tra i più noti e passionali tifosi della Roma: tra questi, l'architetto Massimiliano Fuksas, famoso per le sue opere nazionali ed internazionali, alcune delle quali dei veri e propri gioielli come l'Armani Store sulla Fifth Avenue di New York, ma anche l'Università di Brest e Limoges in Francia e l'imminente fermata "Duomo" della metropolitana di Napoli. Fuksas ha attaccato, ai microfoni del programma radiofonico "Un giorno da Pecora", il progetto giallorosso: "Ho visto il progetto, ed è orrendo, bruttissimo e di cattivo gusto. Non lo avrei, tra l'altro, neppure fatto in quell'ora, ma dalle parti dell'Olimpico. Avrei sfasciato quanto fatto per i Mondiali di Italia '90, e non è vero che c'era bisogno di nuovo stadio: vicino agli stadi si fanno sempre i supermercati".