Il calcio non sarà più come prima senza Ronaldinho. Arrivato all'età di 37 anni, l‘ex campione del mondo brasiliano e stella di club come Paris Saint-Germain, Barcellona e Milan, ha infatti deciso di ritirarsi dall'attività agonistica. Una scelta imposta dalla carta d'identità e da un fisico non più esplosivo come quello di un tempo, che ha ovviamente lasciato un segno sui tifosi e sui colleghi del Gaucho.

Neymar, che conosce bene anche sia la realtà catalana che quella parigina, è stato tra i primi a mandare un messaggio d'affetto al connazionale: "Che onore aver fatto parte della sua storia – ha scritto l'attaccante su Instagram, sotto una foto dove è ritratto insieme a Dinho – Ricorderò sempre la tua allegria in campo, hai lasciato un'eredità che difficilmente sarà superata. Grazie per tutto quello che hai fatto per gli amanti del calcio".

A post shared by Bleacher Report Football (@brfootball) on

Da Pelé a Casillas: un mare d'affetto per il Gaucho

Il fenomeno del Paris Saint-Germain, non è ovviamente stato l'unico a salutare degnamente Ronaldinho. Tanti campioni attuali e del passato lo hanno fatto, come ad esempio Pelé: "Hai portato un sorriso sul volto di tutti – ha scritto la perla nera su Twitter – Ti auguro di dribblare tutte le sfide che ti presenterà la vita, così come hai fatto sui campi di calcio". Iker Casillas, ex bandiera del Real Madrid, ha invece dedicato un tweet a uno dei rivali più pericolosi che ha dovuto affrontare in Spagna: "Ti ho sofferto, ma come amante del calcio mi sono goduto le tue giocate, che genio!".

Un ex compagno rossonero, ha invece ricordato i momenti passati insieme sul prato di San Siro: "Ho corso tanto su quella fascia per te ma ne è sempre valsa la pena – ha scritto Luca Antonini su Intasgram – E mi sentivo fiero quando accostavano il mio nome al tuo: la fascia di Antonini-Ronaldinho. In bocca al lupo amico mio per tutto quello che vorrai fare da qui in avanti".

A post shared by Luca Antonini (@officialanto_77) on