Uno è di troppo. Meglio sarebbe dire che ‘pesa troppo' sul bilancio del club. Chi sono? Neymar e Kylian Mbappé, uno dei due a fine stagione potrebbe essere ceduto così da permettere al Paris Saint-Germain – club finito sotto i riflettori della Uefa assieme al Manchester City – di restare entro i margini del Fairplay finanziario. Molto dipenderà dalla severità delle sanzioni e dall'entità della multa che la Commissione federale infliggerà (ancora una volta) alla società. Le rivelazioni di Football Leaks sul presunto caso di doping finanziario (le sponsorizzazioni ricche che hanno alimentato sospetti sulla gestione dei conti per aggirare i paletti imposti dal regolamento) hanno dato uno scossone al mondo del calcio sostenuto dai petrol-dollari e fatto discutere.

E così se Pep Guardiola chiede immediata chiarezza – col rischio addirittura di ritrovarsi fuori dalle Coppe – in Francia il Psg è costretto a intervenire con una smentita molto dura nei confronti del quotidiano L'Equipe per le notizie diffuse in queste ore che avrebbero il solo scopo – si apprende – di creare confusione e destabilizzare l'ambiente.

Una cessione per ‘aggiustare' i conti. Secondo quanto rivelato dal quotidiano francese il calciatore che ha maggiori possibilità di essere venduto non è i brasiliano ma il talento ex Monaco. Perché? E' più giovane, ha mostrato grandi qualità (al punto da essere insignito quale Under 21 migliore della scorsa stagione), ha insidiato il podio del Pallone d'Oro aprendo una breccia tra i consensi destinati a Modric, Ronaldo e Griezmann, sul Mondiale vinto dai ‘galletti' in Russia c'è anche il suo segno. come fai a dimenticare la doppietta che agli ottavi di finale schiantò l'Argentina? Per i sudamericani è ancora un incubo, per i francesi è un dolce ricordo da coccolare.

Da un affare potenzialmente conveniente a uno fattibile. Se la cessione di Mbappé è sicuramente più remunerativa quella di Neymar invece viene considerata la più plausibile considerate le voci che vorrebbero l'ex Barça nel mirino del Manchester United o addirittura del Real Madrid. E se alla fine restassero entrambi ma a essere sacrificato fosse qualcun altro? I nomi più caldi in tal senso sono Edinson Cavani (che a Napoli, a certe condizioni, accoglierebbero a braccia aperte) e Angel Di Maria, due calciatori che hanno ingaggi pesanti e ancora mercato.