Non è il miglior periodo della gestione Paulo Sousa ma la Fiorentina sta lavorando per il futuro. La società viola ha definito le due interessanti operazioni con il Partizan Belgrado per Nikola Milenkovic e Dusan Vlahovic. Si tratta di un difensore classe '97, il primo, e un attaccante classe 2000, il secondo. A riportare la notizia è Sky Sport 24 ma la situazione attuale della trattativa è molto diversa: per Milenkovic si tratta sulla base di 5 milioni più il 15/20 % sulla rivendita futura mentre per Vlahovic si dovrebbe chiudere a 1,5 milioni a partire dal 2018, ovvero quando avrà compiuto la maggiore età.

Anche Inter e Juventus hanno manifestato il loro interesse nei confronti di Milenkovic e domani è l'ultimo giorno utile per chiudere l'affare: nel caso in cui se non dovesse arrivare l'accordo con i viola, il Partizan Belgrado potrebbe trattare il giocatore anche con altre società. L'incontro tra le due parti è stato fissato e in giornata si dovrebbe arrivare alla chiusura dell'affare.

La Fiorentina sembra pronta a ricostruire la squadra con uno sguardo ai giovani ma ancora non è chiaro se la squadra viola sarà ancora guidata da Paulo Sousa il prossimo anno: i segnali sono negativi e la contestazione in atto da parte della tifoseria non è certo un buon punto da cui ripartire dopo la disastrosa eliminazione dall'Europa League e gli altalenanti risultati in campionato. Per sostituire il tecnico portoghese sono stati fatti i nomi dell'attuale tecnico della Sampdoria, Marco Giampaolo, che però è legato al club blucerchiato fino al 2019, di Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo, e Rolando Maran, attuale mister del Chievo Verona, ma Pantaleo Corvino, direttore generale della Fiorentina, sta sondando anche il mercato estero.