Alex Meret ha le idee chiare in vista del futuro prossimo con la Nazionale Italiana Under 21 e con il Napoli. Il portiere azzurro ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24 e nell'intervista si è soffermato sia sull'impatto che ha avuto Carlo Ancelotti sulla squadra partenopea che sulle prospettive per l'Europeo con la selezione di Luigi Di Biagio. Questo ragazzo classe 1997 alla sua prima esperienza in un top club ha fatto vedere le sue qualità e, come già anticipato, ha parlato benissimo del tecnico di Reggiolo:

Ancelotti ci ha dato tanto, ha subito dato un'impronta ad una squadra che veniva da un ciclo ben definito. Sarà importante avere il mister anche l'anno prossimo per dare continuità. Seguiremo i suoi consigli per fare un campionato ancora migliore, anche se questo è stato positivo.

L'ex numero uno di Udinese e Spal si è soffermato su cosa vorrebbe cancellare di questa stagione che sta per finire e della parata più bella dell'annata calcistica:

Sicuramente il gol su punizione di Lacazette in Europa League, perché ha influito sul risultato della doppia sfida. La parata più bella? Quella con il Salisburgo sempre in Europa League mi è piaciuta molto.

Sull'Under 21: Vogliamo arrivare in fondo

Ieri sono arrivate le pre-convocazioni di Gigi Di Biagio per l'Europeo Under 21 e Meret non poteva non essere incluso in questo elenco: le convocazioni ufficiali per la manifestazione continentale verranno rese note il 6 giugno e il portiere del Napoli ne farà sicuramente parte. Infine Meret ha parlato degli obiettivi degli Azzurrini in questo torneo, visto che si disputerà proprio in Italia:

Il nostro obiettivo è arrivare più in fondo possibile e vincerlo. Giochiamo in casa e sarà importante l'apporto del pubblico. Siamo in un girone difficile, affrontiamo subito la Spagna, ma ci sono delle ‘corazzate' anche negli altri gironi. Sarà dura ma ce la metteremo tutta.