Cento milioni di euro complessivi al netto delle cessioni e delle entrate. Aurelio De Laurentiis ha chiesto ai tifosi del Napoli pazienza sulle trattative di calciomercato prefigurando un "agosto molto caldo". I nomi che tengono sulla graticola gli azzurri sono sempre gli stessi (James Rodriguez, Hirving Lozano, Nicolas Pépé, Mauro Icardi) con Nabil Fekir che s'è aggiunto nelle ultime ore ma contestualmente è la voce ‘cessioni' che tiene banco in queste ore. A cominciare dall'addio a Marko Rog (ultimo in ordine di tempo) e Vinicius – operazione che ha portato una buona pluvalenza e rinsaldato il rapporto con Jorge Mendes – fino alle prossime operazioni in uscite messe in agenda e che nella prossima settimana potrebbero concludersi portando in cassa capitali preziosi da reinvestire.

Marko Rog al Cagliari, lunedì le visite mediche

Marko Rog al Cagliari, operazione conclusa. Il centrocampista croato classe 1995, che aveva già lasciato il ritiro di Dimaro, nella giornata di lunedì svolgerà le visite mediche. In rossoblù arriva con la formula del prestito (2 milioni) con obbligo di riscatto fissato a 13 tra un anno. Ai 15 milioni si aggiungono i bonus relativi alle presenze oltre a una percentuale (15%) sulla futura rivendita del calciatore. Rog firmerà un contratto di 5 anni con stipendio netto di 1 milione a stagione.

 

Le prossime cessioni del Napoli

Si tratta di Simone Verdi (Torino in vantaggio sulla Samp), Elseid Hysaj (tra Roma, favorita, e Tottenham) Lorenzo Tonelli (richiesto dal Lecce e dal Sassuolo) e quasi sicuramente anche di Adam Ounas, neo campione d'Africa con l'Algeria (proposto al Lille assieme a un'offerta da 60/65 milioni per l'ala ivoriana). Non c'è Mario Rui in questa lista, è stato lo stesso tecnico Carlo Ancelotti a confermarlo. Questione di opportunità e di razionalizzazione delle risorse.

Il tesoretto da reinvestire sul mercato

Le cifre delle cessioni si aggiungono alla ‘scorta' che il Napoli aveva già in cassa e fa parte della strategia finanziaria ‘possibile' che il club attua da anni attraverso la forma dell'autofinanziamento. Conti in ordine, niente rischi col fairplay finanziario, crescita progressiva e opportunità di essere stabilmente tra i primi 20 club d'Europa. De Laurentiis vuol provare a vincere accontentando anche le richieste dell'allenatore ma deve calibrare ‘entrate e uscite' e poi piazzare l'affondo decisivo. L'arrivo di Manolas dalla Roma è stato un segnale chiaro dell'inversione di tendenza: in altri tempi, per avvicendare Albiol avrebbe diretto le proprie attenzioni su un giovane di belle speranze invece ha pagato la clausola rescissoria di un calciatore sottratto a una diretta concorrente come la Roma.

Chi sono i calciatori finora ceduti e quanto ha guadagnato il Napoli

Circa cento milioni di euro è la somma stimata per gli incassi delle cessioni. Alcune sono state già effettuate: Amadou Diawara è passato alla Roma per 21 milioni, Roberto Inglese al Parma per 22 (2 milioni per il prestito più 20 milioni per effetto dell'obbligo di riscatto tra un anno), Raul Albiol al Villarreal è stato ceduto per 4 milioni, Vinicius al Benfica per 17, Roberto Insigne al Benevento per 1,5 milioni, 11 per Luigi Sepe e Alberto Grassi al Parma oltre a Marko Rog al Cagliari per 15 milioni.