Cristiano è il più forte al mondo, uno dei più forti di tutti i tempi, un idolo e una fonte di ispirazione. Non posso che augurargli tutto il bene del mondo. Tranne che nella partita di domenica.

Mario Rui conosce bene Cristiano Ronaldo, visto che è suo compagno nella nazionale del Portogallo, ma domenica prossima vuole batterlo. Il terzino portoghese del Napoli, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato dell'imminente match con la Juventus:

Bisognerà dare continuità, cercando di riproporre le stesse cose contro la Juve. Non siamo una squadra da 24 punti, ma evidentemente in questo momento meritiamo questa classifica. Il nostro non è mai stato un problema di gruppo, è vero che ci sono stati dei problemi ma soprattutto in campo, non riuscivamo a fare quello che eravamo abituati a fare.

La squadra partenopea ha rialzato la testa in Coppa Italia, strappando la qualificazione per le semifinali battendo la Lazio per 1-0 con una prova di grande orgoglio ma Mario Rui sa che c'è ancora molto da fare: "Una partita fatta bene non cancella tutto il resto". 

Mario Rui: Sarri? Penso che Napoli lo accoglierà bene

Contro la Juventus Mario Rui potrà riabbracciare un tecnico che gli ha dato tanto già dai tempi di Empoli, ovvero Maurizio Sarri:

Penso che Sarri sarà accolto benissimo per quello che ha fatto. Io ho un bel legame con lui, mi ha cambiato in tutti i sensi. Spero e penso che il popolo del Napoli lo accoglierà bene per tutto quello che ha fatto.

Il terzino portoghese si è soffermato dell'impatto di Gennaro Gattuso sulla squadra azzurra e ha fatto delle analogie con Sarri:

Ci sono somiglianze con Sarri, specialmente nel modo in cui vuole far giocare la squadra, con le uscite dal basso. Ogni allenatore mette qualcosa di suo, sono stato contento di aver lavorato con Sarri e ora lo sono di farlo con Gattuso.

Allan salta la Juve: è in Brasile per la nascita del terzo figlio

Rino Gattuso contro la Juve non avrà a disposizione Allan: il brasiliano ha già saltato la gara di Coppa Italia contro la Lazio e non ci sarà nemmeno nella sfida con i campioni d'Italia. È nato il suo terzo figlio e così il centrocampista è partito per il Brasile e non rientrerà in tempo per il big match del San Paolo.