È passato più di un anno dal terribile infortunio al ginocchio di Faouzi Ghoulam contro il Manchester City ma oggi contro il Frosinone il terzino algerino è tornato titolare ed è rimasto in campo per tutti i 90′. Il calciatore del Napoli è parso in buona condizione firmando due assist nel 4-0 della squadra di Carlo Ancelotti al Frosinone. Per Ghoulam è stato un giorno speciale, visto che aveva accusato una ricaduta per provare a forzare il recupero in primavera, e oggi è stato premiato da anche con la fascia di capitano e a fine partita ha fatto trasparire tutta la sua emozione a microfoni di Sky:

È un giorno molto importante per me. Ma oggi l'importante era vincere. Era una partita non semplice da approcciare, perché poi abbiamo una gara fondamentale in Champions League contro il Liverpool. Il gol segnato subito ci ha aiutato subito, poi il raddoppio di Ounas ci ha fatto bene, ci stava mancando fluidità nel gioco. Visto il risultato di ieri tra Juve e Inter era importante vincere.

Quello del terzino proveniente dall'Algeria è un ritorno in campo importante per gli azzurri, così come quelli di Meret e Younes, perché può permettere a Carlo Ancelotti di scegliere e ruotare ancora di più di quanto fatto fino a questo momento:

Per me oggi l'importante era veramente la squadra. Meret ha fatto bene. C'era l'esordio di Amin che ha fatto bene alla squadra. Siamo tutti pronti per giocare. Capitano? Sono tanti anni che sono qua. Sono felice di rappresentare questa città, per me è un orgoglio vestire questa maglia e ancor di più questa fascia di capitano. Tengo a ringraziare la società e lo staff medico. È un orgoglio giocare in questa squadra. Vestirono la mia maglia l'anno scorso, col numero 31, io lo ricordo e ci tengo a ringraziare tutti.