Pochi giorni fa il Napoli in tono minore ha celebrato i dieci anni della proprietà di Aurelio De Laurentiis, che di sicuro sperava di festeggiare questo bel traguardo in modo molto diverso. Perché gli azzurri hanno mancato l’accesso alla fase a gironi della Champions League e perché la piazza non ha gradito un mercato modesto. Perché alla corte di Rafa Benitez sono arrivati Michu, Koulibaly, De Guzman e David Lopez; quattro calciatori sulla carta non dovrebbero cambiare il destino del Napoli.

Edoardo De Laurentiis: “Del giudizio dei tifosi ce ne possiamo fregare”

Ma le polemiche, che a tratti sono state asprissime, non hanno tolto il sonno alla famiglia De Laurentiis. Edoardo, figlio di Aurelio, oggi a margine della conferenza stampa di presentazione di David Lopez ha detto in modo chiarissimo quello che pensa: “Del giudizio dei tifosi ce ne possiamo fregare o meno, parlano i risultati che sono ottimi!”. Questa frase sgradevole, perché dicendo queste parole non si rispettano tutti quei tifosi che con passione sostengono la squadra partenopea, fotografa la distanza che al momento c’è tra la proprietà e i tifosi del Napoli.

De Laurentiis elogia David Lopez

Edoardo De Laurentiis ha esaltato David Lopez, il giovane centrocampista giunto negli ultimi giorni di mercato dall’Espanyol: “Per lui si sono mossi i nostri dirigenti e mister Benitez. Cercavamo dei giovani e David ha ottime qualità, secondo me si metterà in evidenza. Sarà un grande titolare.”. Lopez, nato in Catalogna nell’ottobre del 1989, inizia la carriera con l’Espanyol che, dopo avergli fatto giocare tre partite da giovanissimo nella Liga, lo manda a giocare con squadre di seconda fascia. Nell’estate del 2013 torna all’Espanyol, con cui nella passata stagione ha disputato trentasette partite. Il Napoli lo ha pagato cinque milioni di euro. Lopez si giocherà il posto con Inler, Jorginho, De Guzman e Gargano.