Sarà una partita da incorniciare perché contro il Frosinone per l'ultima gara del calendario di Serie A, al San Paolo, il Napoli vuole fare bottino pieno: stadio esaurito, secondo posto in classifica e Champions League diretta, Higuain re dei marcatori della Serie A. Tutti e tre gli obiettivi sono ampiamente raggiungibili visto che sarà la grande occasione per assistere all'ultimo atto del Napoli di Sarri per questa stagione. Lo stadio certamente verrà occupato in ogni posto; anche la Chiampions non dovrebbe sfuggire dopo la vittoria di Torino. E poi c'è l'appuntamento con il gol: Higuain è a quota 33 ed a sole due lunghezze dal primato di Nordahl per entrare nella storia del calcio italiano.

La prevendita era già scattata per la sfida del San Paolo al Frosinone e ha ricevuto nelle ultime ore un'ulteriore impennata, dopo la fondamentale vittoria sul campo del Torino. Il secondo posto in classifica sembra essere ormai a portata di mano, per gli azzurri che hanno di fatto ipotecato con merito la qualificazione diretta per la Champions League mantenendo a debita distanza l'assalto della Roma. Ci sarà dunque il sold out, il tutto esaurito per assistere agli ultimi 90 minuti stagionali dove gli azzurri proveranno anche a trascinare Higuain verso il mito.

A chiamare all'appello i tifosi del Napoli ci ha pensato anche Pepe Reina: "Voglio tutti i tifosi presenti e lo stadio pieno" ha detto il portiere spagnolo certo che nessuno lo deluderà. In palio, oltre alla Champions quasi certa, c'è soprattutto il record di 35 gol in un solo campionato detenuto da Nordahl e al quale Higuain si è avvicinato ancora di più dopo i tre gol nelle ultime due partite contro Atalanta e Torino. Per il Pipita un'occasione d'oro da non fallire per riscrivere una pagina del Napoli 2015/2016 capace di aver dato filo da torcere alla Juventus e attestarsi al secondo posto respingendo l'assalto della Roma.

poi ci sarà spazio per lavorare su eventuali rinnovi e ritocchi. De Laurentiis ha già sottolineato che non si dividerà da Sarri e il tecnico è pronto a progettare un anno ancor più da protagonista dopo il rodaggio di questo debutto. Per lui anche un possibile ritocco d'ingaggio. Chi non avrà aumenti sarà invece Higuain che sarà artefice del proprio destino: la clausola per restare a Napoli c'è, gli emolumenti sono adeguati e gli obiettivi non mancheranno. Poi sarà lui a dire l'ultima parola.