La Fiorentina è in caduta libera. I viola non vincono da due mesi e mezzo, oggi hanno perso in casa del Parma e così si sono messi davvero nei guai. La squadra guidata da Montella si giocherà la salvezza all'ultima giornata. Nel finale di partita il tecnico campano dopo essere stato espulso ha tirato un pugno al tabellone che è caduto e ha colpito un addetto del Parma, che è stato prontamente soccorso e medicato. Un episodio, svelato da tuttomercatoweb.com, che testimonia il grande nervosismo che attanaglia tutto l'ambiente viola, che pochi mesi fa sognava l'Europa e ora rischia la retrocessione.

Montella polemico con l'arbitro di Parma-Fiorentina

Dopo la partita, intervistato da Sky, il tecnico ha detto di essere molto arrabbiato per via dell'arbitraggio, secondo lui c'era un penalty per un fallo su Federico Chiesa e si è lamentato anche per un'altra serie di piccoli episodi, che a suo dire non sono girati a favore della sua squadra. Montella ha poi anche parlato della poca fortuna che accompagna la squadra viola che crea tantissimo ma che da un mese non riesce a fare gol.

La Fiorentina rischia la retrocessione, all'ultima giornata è spareggio con il Genoa

Adesso la Fiorentina vivrà una settimana di passione. Perché lo spettro della retrocessione in Serie B esiste. Il Genoa è terzultimo e ha 37 punti, l'Empoli ne ha 38, la Fiorentina 40. Mentre gli azzurri toscani saranno impegnati a San Siro in una difficilissima partita contro l'Inter del grande ex Spalletti, il Genoa che ha bisogno di punti scenderà in campo proprio al ‘Franchi'. Prandelli ritornerà in quello che per tanti anni è stato il suo stadio e cercherà la vittoria che garantirebbe sicuramente la salvezza. La Fiorentina con un pareggio si toglie d'impaccio ma considerato il periodo negativissimo, cinque sconfitte consecutive e un solo punto nelle ultime sette partite.