Il sogno dell'Italia ai Mondiali femminili 2019 continua. Le ragazze azzurre di Milena Bertolini hanno battuto la Cina nel match valido per gli ottavi di finale della kermesse francese grazie alle reti di Valentina Giacinti e Aurora Galli. La calciatrice del Milan che ha avuto il merito di aprire le marcature mettendo il match in discesa per le nostre portacolori, non ha retto l'emozione nel post partita e ha dedicato gol e vittoria al nonno, suo primo tifoso, deceduto nello scorso settembre

Mondiali femminili 2019, Valentina Giacinti decisiva in Italia-Cina

Valentina Giacinti calciatrice classe 1994 è stata schierata un po' a sorpresa da Milena Bertolini nell'attacco dell'Italia contro la Cina, nel delicato match degli ottavi di finale dei Mondiali femminili 2019. Fiducia ripagata da parte della bomber che dopo un inizio a spron battuto ha trovato la rete dell'1-0 con un guizzo da rapace d'area di rigore. Esultanza sfrenata per la Giacinti che ha messo in discesa il match, chiuso poi dal raddoppio di Aurora Galli, contribuendo così in maniera decisiva alla conquista dei quarti di finale da parte delle azzurre.

La dedica speciale per la Giacinti, in lacrime per il nonno

Intervistata dai microfoni di Rai Sport, Valentina Giacinti si è lasciata andare alle lacrime. Lacrime di gioia per aver realizzato un vero e proprio sogno da dedicare al tanto amato nonno deceduto lo scorso settembre: "Ho esaudito il mio sogno di segnare al Mondiale, lo dedico a mio nonno che non c'è più". Un rapporto speciale che la Giacinti aveva già fatto conoscere a tutti con un bellissimo post pubblicato su Instagram proprio in occasione della morte del nonno, avvenuta poco prima del suo esordio con il botto al Milan.

Hai deciso di andartene giusto in tempo per vedere la mia partita dal cielo di Bari.. la prima con la nuova maglia, quella che tu volevi che io indossassi.. ecco nonno, oggi ho fatto del mio meglio perché è quello che tu vuoi da me sempre.. vuoi che non mollo mai che lotto sempre come hai fatto tu. Ora non lo so come sarà, non so che domeniche saranno senza te, senza i tuoi “potevi farne 4-5 di gol oggi”, senza il tuo sorriso a fine partita, senza i tuoi occhi pieni d’orgoglio verso i tuoi nipoti.. che ne sarà di tutto questo? Non lo so, so solo che dentro di me vivrai sempre, che io farò sempre del mio meglio per te. Sei e resterai il mio primo tifoso. Fai buon viaggio nonno. Sei con me. ❤️

A post shared by Valentina Giacinti (@valentinagiacinti) on

Mondiali femminili 2019, la gioia della Bertolini

Dalle lacrime della Giacinti, ai sorrisi del ct Bertolini che si presenta ai microfoni della Rai nel post-partita con la bandiera dell'Italia sulle spalle. La selezionatrice ha azzeccato le scelte, inserendo a gara in corso la Galli, autrice del secondo gol, al posto della Girelli. Queste le sue parole: "Risultato incredibile in una partita molto difficile, forse non giocata bene, ma contava il risultato che è molto molto importante. Ci siamo fatte un regalo bellissimo. Per me è una soddisfazione enorme quella di raggiungere i quarti. Abbiamo bisogno dell’Italia, del calore degli italiani perché più si va avanti più il livello si alza. Abbiamo bisogno dei tifosi perché così possiamo anche colmare i gap con le avversarie"