L'Argentina non vince contro il Perù e vede la sua qualificazione al Mondiale 2018 in Russia appesa ad un filo: la Selecciòn dovrà vincere in Ecuador martedì per assicurarsi lo spareggio contro la Nuova Zelanda. I risultati della nottata hanno rimesso tutta la situazione in discussione e il prossimo turno sarà per cuori forti: ci sono sei squadre in 4 punti e può accadere tutto e il suo contrario.

Il peggior attacco del girone sudamericano (16 reti) si conferma anche nella notte della Bombonera e la sfortuna si accanisce su Lionel Messi, che colpisce il palo a porta vuota. L'Argentina può ancora andare al Mondiale ed è, incredibilmente, tutto nelle sue mani grazie alla vittoria del Paraguay in Colombia, che costringerà i Cafeteros ad un match della morte in casa del Perù nell'ultimo turno.

Le speranze di Messi si infrangono sul palo

Primo tempo. Non è una buona Argentina quella vista nel primo tempo alla Bombonera: un paio di chance per Messi, su schema da calcio d'angolo e con tiro dal limite, e per il Papu Gomez, che salta il diretto avversario e mette paura a Gallese, ma la migliore palla goal della prima frazione è per il Perù con Farfàn, su cross di Trauco, che manca la porta da ottima posizione. Occasionissima nel finale di tempo ma il Pipa Benedetto non inquadra la porta di testa su cross delizioso di Messi.

Secondo tempo. Ad inizio ripresa Sampaoli sostituisce Di Maria con Rigoni per dare una scossa nella fase offensiva e l'Argentina parte molto forte colpendo un palo con Messi alla prima azione dopo una respinta di Gallese su Benedetto. La Selecciòn preme e sui piedi di Gomez arriva la seconda palla goal di giornata per l'atalantino che spara sul portiere peruviano da pochi metri. Mascherano prova il jolly dai 20 metri ma la palla esce di poco sulla traversa. Nel finale non ci sono grandi sussulti e la gara si chiude a reti inviolate. Ottima prestazione del Perù del Tigre Gareca che si difende in maniera ordinata e riparte bene non lasciando tanti spazi alle frecce di Sampaoli.

Il migliore: Marcos Acuna

Il laterale dello Sporting Lisbona è il migliore della Selecciòn perché sbaglia poco in entrambe le fasi e  spinge molto sulla sinistra, creando più di qualche pericolo arrivando sul fondo. Acuna è uno dei pochi che ha capito lo spirito con cui andava affrontato il match contro il Perù ma non è riuscito a trasmetterlo a tutti. Si prende un'ammonizione nel finale per ‘eccessivo nervosismo.

La partita di Gago dura 6 minuti: rottura del crociato anteriore

La cattiva sorte si abbatte sulla rappresentativa argentina: Fernando Gago entra al 60′ ma la sua partita dura solo 6 minuti perché si infortunia al ginocchio destro e lascia il posto a Enzo Perez. Il centrocampista del Boca Juniors ha subito la rottura del legamento crociato anteriore e legamento laterale interno del ginocchio destro. Davvero incredibile!

Sanchez salva il Cile, Sanabria punisce la Colombia

Il Cile vince contro l'Ecuador per 2 a 1 e si rimette in corsa per il Mondiale 2018. Vanno a segno Edu Vargas, che realizza la decima rete nel girone di qualificazione, e Alexis Sanchez, che non fa pesare il goal del pareggio di Romario Ibarra. Il Paraguay va a vincere in Colombia per 2 a 1 grazie Oscar Cardozo e Antonio Sanabria che ribaltano l'iniziale vantaggio dei Cafeteros di Radamel Falcao. Nell'ultimo turno del girone sudamericano può succedere davvero di tutto.

Risultati e classifica del girone

Le gare di oggi: Bolivia-Brasile 0-0, Venezuela-Uruguay 0-0, Argentina-Perù 0-0, Cile-Ecuador 2-1, Colombia-Paraguay 1-2.

Prossimo turno: Ecuador-Argentina, Brasile-Cile, Uruguay-Bolivia, Perù-Colombia, Paraguay-Venezuela.

Classifica: Brasile 38, Uruguay 28, Colombia 26, Cile 26, Perù 25, Argentina 25, Paraguay 24, Ecuador 20, Bolivia 14, Venezuela 9.