Diciannove gol in Serie A, 8 in Coppa Italia, media complessiva di una rete ogni 90 minuti. Sono i numeri di Krzysztof Piatek l'attaccante polacco che sta trascinando il Milan verso l'obiettivo della qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Devastante per le difese avversarie, manna da cielo per i rossoneri che – complice la crisi di Gonzalo Higuain – avevano mostrato le maggiori carenze proprio là davanti. Lacune colmate con l'arrivo a gennaio della punta prelevata dal Genoa, capace di cancellare il ricordo poco felice del Pipita e soprattutto di riportare entusiasmo nel popolo rossonero.

La differenza col Pipita è tutta nei numeri

Basta dare un'occhiata alle cifre che in genere non mentono mai. I numeri non dicono tutto, d'accordo, ma servono a tracciare i contorni della discussione. E nella valutazione tra Piatek e l'ex Higuain (adesso al Chelsea) l'ago della bilancia è tutto dalla parte dell'ex rossoblù. L'argentino aveva segnato 8 gol in 22 presenze considerando il campionato e l'Europa League. Otto anche le reti realizzate dal polacco (l'ultima quella nell'anticipo a Verona) ma in 9 presenze… una frequenza straordinaria alla base della quinta vittoria consecutiva in campionato che ha rilanciato le ambizioni del Milan.

‘Pistole' puntate sul derby che vale la Champions

L'esultanza da pistolero e il coro ad hoc dedicatogli dai sostenitori scandiscono il momento positivo del ‘diavolo' e del calciatore, attesi alla prova del derby con l'Inter. E' quella la partita snodo della stagione, il crocevia per consolidare il terzo posto (e magari provare a insidiare il Napoli, secondo) e lasciarsi alle spalle la concorrenza (nerazzurri compresi) che ambisce al podio per la Coppa.

La scheda di Piatek (fonte whoscored.com)
in foto: La scheda di Piatek (fonte whoscored.com)

Quanto vale oggi Piatek?

Fa gol ma il calciatore si rivela molto prezioso anche in fase di non possesso palla e non tira indietro la gamba quando c'è da sacrificarsi per dare profondità alla squadra e – come si dice in gergo – ‘allungare' gli avversari. Un piccolo tesoro che Gattuso si ritrova tra le mani, quel che ci voleva per uscire dalla situazione d'impasse nella quale il Milan era rimasto impantanato.

La quotazione di mercato esplosa

In rossonero è arrivato per un'operazione complessiva da 35 milioni di euro ma adesso il suo valore è già raddoppiato e destinato a crescere se tali rimarranno i livelli di rendimento. Tre anni fa il Cracovia versò 700 mila euro per avere Piatek, il Genoa ne pagò 4.5 per portarlo in Italia ma ha realizzato una plusvalenza notevole con la cessione ai rossoneri.

Quanto guadagna di stipendio, l'ingaggio aumentato

Un tesoro per il Milan ma anche per il calciatore che, legatosi al club fino al 2023, può contare su uno stipendio notevolmente superiore rispetto all'ingaggio che percepiva in Liguria. Quanto guadagna? Una cifra superiore di ben cinque volte: 1.8 milioni di euro rispetto ai 400 mila di Genova.