Il Milan ha chiuso bene il 2017 con il passaggio alle semifinali di Coppa Italia e un buon pareggio in casa della Fiorentina. L’obiettivo stagionale era la qualificazione diretta alla prossima Champions League e sembra svanito perché il ritardo dal quarto posto al termine del girone d’andata è notevole (14 punti), ma i rossoneri sono pienamente in corsa in Europa League e in Coppa Italia. Il d.s. Mirabelli probabilmente cercherà di rinforzare la squadra e potrebbe prendere il vice Kessié. L’obiettivo è Dembelé.

Le cessioni del Milan

Per effettuare un acquisto il Milan però deve fare cassa. La possibilità di raggranellare un po’ di milioni c’è. Innanzitutto i rossoneri hanno risparmiato circa 7 milioni lordi con il passaggio di Montella (e di tutto il suo staff) al Siviglia. Cinque milioni potrebbero arrivare dalla clausola inserita nel contratto di Verdi, che è obbligato a riconoscere il 20 per cento dall’eventuale cessione di Verdi, il giocatore piace al Napoli che sembra disposto a offrire 25 milioni. In più verranno ceduti quattro giocatori: Gabriel, Paletta, Gustavo Gomez e José Mauri.

Obiettivo Dembelé

La rosa del Milan è profonda ci sono due giocatori per ruolo, manca però un vice-Kessié, che fin qui ha giocato già 2408 minuti in stagione, nelle tre competizioni disputate in questa stagione. E già adesso ha disputato più minuti rispetto a tutta la scorsa stagione. Anche se è molto giovane l’ivoriano rischia di arrivare con le pile scariche al termine della stagione e il d.s. Mirabelli sta seguendo il belga Moussa Dembelé, trentenne che quest’anno ha perso tante posizioni nelle gerarchie del Tottenham. Degli Spurs è stato un giocatore importante, ma un problema alla caviglia lo ha danneggiato in questa stagione. Dembelé, che ha il contratto in scadenza nel 2019, è un giocatore che dà sostanza, ma non disdegna la zona gol e avendo anche una grande esperienza internazionale può essere fondamentale anche in Europa.