"In questo stadio è sempre la stessa storia…". Pepe Reina conosce bene l'Allianz, la casa della Juventus. Vi è stato protagonista di tante battaglie tra le fila del Napoli. Era tra i pali ed esultò come un forsennato quando nell'aprile del 2018 Kalidou Koulibaly si arrampicò in cielo e, di testa, segnò il gol della vittoria. Il gol che permise agli azzurri di riaprire il campionato. Il gol che fece crollare quella roccaforte che i bianconeri avevano eretto tra le mura amiche. Il gol che scatenò la gioia di una città intera regalandole il brivido di poter competere per lo scudetto. Quella rete fu l'apice della squadra di Sarri passata dall'euforia per un successo storico come il record di punti (91) alla delusione per il titolo perso in albergo a Firenze…

E' sempre la stessa storia – dice Reina con amarezza durante le interviste della mixed zone -. Ci hanno negato due rigori solari. E quello su Alex Alex Sandro che c'era anche per i calciatori della Juventus.

Gattuso e Leonardo definiranno ‘condizionata' la partita giocata a Torino e ‘inadeguato' l'arbitro Fabbri, finito nell'occhio del ciclone per l'episodio avvenuto nel primo tempo e fatto molto discutere per la mancata concessione del penalty col Var. Nemmeno la moviola in campo (on-field-review) è stata sufficiente – secondo il direttore di gara – per assegnare il tiro dagli undici metri al Milan nonostante il tocco di braccio del difensore bianconero.

Sono ottimista per la corsa alla Champions League – ha aggiunto Reina, mettendo da parte la delusione  e sforzandosi di trovare le note liete. Dobbiamo ripartire dalla prestazione con la Juventus, avere fiducia ed essere più uniti di prima. Mancano sette partite, siamo in una buona posizione per la volata finale.

Il post su Instagram di Pepe Reina: Carichi a mille contro la Lazio

Dopo la partita persa a Torino, Pepe Reina ha pubblicato un messaggio d'incoraggiamento e di orgoglio. Quasi sicuramente sarà ancora tra i pali sabato prossimo per la sfida decisiva contro la Lazio. Complice l'infortunio di Donnarumma, farà leva sulla grand esperienza acquisita in questi anni per aiutare il Milan in un momento così delicato.

Dispiaciuti per il risultato ma orgoglioso di questa squadra. Bisogna continuare a lottare a testa alta! Mancano 7 finali e non si molla per niente. Sabato c’è un altra molto importante. Carichi a mille!!