Prima la decisione del maggio 2017 di affidargli la panchina della squadra Primavera, poi la scelta qualche mese più tardi di promuoverlo in prima squadra dopo l'esonero di Vincenzo Montella. La storia rossonera dell'allenatore Rino Gattuso ha un padre putativo: Massimiliano Mirabelli. Fu infatti l'ex direttore sportivo del Milan a credere nelle qualità di "Ringhio" e a scegliere lui per tentare di sollevare il Milan.

Nonostante gli sforzi di Gattuso, il desiderio di Mirabelli è però rimasto tale e ha anche finito per giocar contro allo stesso allenatore: portato nelle ultime ore a rassegnare le sue dimissioni a causa della divergenza di vedute con Ivan Gazidis. Subito dopo la notizia ufficiale della rescissione del contratto di Gattuso, l'ex dirigente milanista ha così voluto rendere onore al tecnico con un tweet dai toni celebrativi.

Il saluto di Musacchio

"Rino Gattuso al Milan ha dato un'anima, un gioco e dei risultati importanti – ha scritto Massimiliano Mirabelli – La sua scelta di risolvere consensualmente merita enorme rispetto: è la scelta di un grande uomo di calcio, di un grande allenatore". In attesa di capire quale sarà a questo punto il destino del mister calabrese, la Milano rossonera si commuove per il suo addio e si preoccupa per quello che sarà invece il futuro della società di via Aldo Rossi.

Tra i più colpiti dall'addio di Rino Gattuso ci sono senza dubbio i giocatori: soprattutto quelli che con il mister avevano instaurato un rapporto quasi fraterno. Tra questi anche Mateo Musacchio, un giocatore da sempre molto apprezzato da Gattuso per il suo temperamento e la sua dedizione, che ha anche lui voluto salutare l'ormai ex allenatore milanista: "È stato un piacere lavorare con te. Grazie di tutto mister".