San Gigio è il patrono del Milan di Gattuso. Sia con la Roma, nell'ultima uscita di campionato in cui all'Olimpico i rossoneri hanno retto l'urto rabbioso dei giallorossi di Di Francesco, ma anche nei match contro il Napoli in Coppa Italia, così come nelle precedenti partite senza sbavature in campionato (striscia salita a 5 gare senza sconfitte) Donnarumma è stato spesso decisivo. Una crescita che è coincisa – non a caso – alla risalita in classifica dei rossoneri, oggi di nuovo in piena corsa Champions, puntando al terzo posto occupato dall'Inter.

Donnarumma sembra finalmente aver trovato la propria dimensione, lontano dalle pressioni esterne di mercato che spesso nel recente passato ne hanno condizionato – e limitato – le prestazioni in campo. A confermare questa crescita esponenziale, gli ultimi ottimi risultati di un Milan in rimonta ma anche dei dati personali del numero uno rossonero.

La statistica record di Donnarumma

Secondo quanto riferisce la società di statistiche sportive "Opta", da inizio novembre 2018, Gianluigi Donnarumma è il portiere migliore. Del Milan, d'Italia, d'Europa. Tra tutti i colleghi che coprono il medesimo ruolo e che vantano almeno tre presenze, l'estremo del Milan è colui che vanta la percentuale di parate più alta nei cinque maggiori campionati europei, con una media sorprendente: 87.3%.

Quali sono state le parate decisive contro la Roma

Dal debutto del 25 Ottobre 2015, è passato del tempo e Donnarumma, a soli 19 anni, ha già superato il traguardo delle 100 presenze in campionato. L'attuale, ultima consacrazione è arrivata a Roma, nell'ultimo turno di campionato.  La superlativa prestazione contro la Roma ha messo in evidenza il suo potenziale: provvidenziale in almeno quattro occasioni contro i giallorossi (su Zaniolo, Schick e due volte su Dzeko).