Il Milan contro il Bologna aveva la chance di allungare su Roma, Lazio e Atalanta. Ma la squadra di Gattuso non è andata oltre lo 0-0 e così ha mancato la possibilità di crearsi un bel vantaggio. La lotta per il quarto posto si prevede molto serrata e forse potrebbe coinvolgere pure altre squadre. I rossoneri sabato prossimo, con calcio d’inizio alle ore 15, affronteranno la Fiorentina e cercheranno il successo. Gattuso avrà non pochi problemi di formazione perché a centrocampo mancheranno sia Kessié che Bakayoko.

Emergenza a centrocampo per il Milan

Assenti da tempo Biglia e Bonaventura, il primo non giocherà per altri tre mesi mentre il secondo ha già finito la stagione. Kessié e Bakayoko sono diventati la coppia titolare nel 4-4-2 del Milan e stanno tirando la ‘carretta’, tutti e due non ci saranno contro la Fiorentina. L’ivoriano era diffidato e con l’ammonizione ricevuta sarà squalificato, un turno di stop lo avrà pure Bakayoko che è stato espulso in modo sciocco contro il Bologna, due gialli in pochi minuti.

Chi giocherà a centrocampo in Milan-Fiorentina

Dopo l’ultimo match della 16a giornata Gattuso consapevole della doppia assenza ha dichiarato: “Perdiamo due pedine importanti in vista della Fiorentina, ma ci sono altri centrocampisti. Qualcosa m’inventerò”. Di scelte non ne ha molte Gattuso che potrebbe decidere di promuovere José Mauri, solo una volta titolare quest’anno, e Bertolacci, utilizzato solo in Europa League. La rosa è falcidiata da infortuni e squalifiche e non è semplice muovere le pedine in nessun reparto, ma Gattuso potrebbe sorprendere con Suso mezz’ala. Lo spagnolo potrebbe giocare in un ruolo nuovo, rendere la squadra più offensiva e magari questa potrebbe essere una soluzione che darebbe più sveltezza e vivacità al Milan, in questo caso l’altro centrale sarebbe Jose Mauri, con promozione sulla fascia destra per Borini o il rientrante Conti.