La Sampdoria non sta attraversando un bel momento. I blucerchiati infatti hanno ottenuto solo tre punti nelle ultime cinque partite. E per questo domani pomeriggio a Bergamo Mihajlovic vuole vincere per rimanere pienamente in corsa per l’Europa League. Contro l’Atalanta non ci saranno gli squalificati Eder, Obiang e Soriano e nel 4-3-3 avranno un posto dal primo minuto Eto’O e Muriel, due giocatori su cui Sinisa punta moltissimo. In porta sempre Viviano. Mentre in difesa c’è Regini, nonostante lo screzio avuto con il tecnico serbo al termine del derby: “Eto’O e Muriel devono fare la differenza con la loro classe, anche se non sono ancora al massimo. A me piace il 4-3-3 e il modulo offensivo migliore. Spero che i miei due nuovi attaccanti possano fare la differenza. In avanti ci sarà anche Okaka. La formazione oltre ai tre è: Viviano, De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini, Acquah, Palombo, Ducan.”

Il derby giocato martedì scorso non creerà problemi di alcun tipo ai blucerchiati. Mihajlovic ne è certo e prende come modello l’amico Nole Djokovic, tennista numero uno del mondo: “Come dice il mio amico Djokovic, a tennis giocano quattro ore e poi il giorno dopo. Per noi il derby disputato martedì sera non rappresenta alcun problema.”

La Sampdoria sfiderà una squadra bisognosa di punti. Perché l’Atalanta è quartultima, con soli tre punti di vantaggio sul Cagliari, ed è reduce da due sconfitte, subite con Inter e Juventus. Miha rispetta molto la squadra di Colantuono: “Dobbiamo riscattare la sconfitta dello scorso anno. Vogliamo i tre punti, anche se Bergamo è un campo difficile. L’atmosfera sarà calda, ci saranno i tifosi. Ma il calcio è fatto per i tifosi, per cui è un bene. L’Atalanta è una squadra che ha ottenuto meno di quanto abbia meritato. Noi siamo un po’ sfortunati in questo periodo.”