Lionel Messi non si ferma più. Il numero 10 dell'Argentina nel quarto di finale della Copa America del Centenario con il Venezuela ha eguagliato il record di reti (54) di Gabriel Omar Batistuta e da stasera potrà diventare il miglior marcatore di sempre della sua nazionale. Un altro record infranto dopo aver tolto il record di marcature in un anno solare a Gerd Muller e quello della Liga a Telmo Zarra. Un fenomeno vero.

La notte tra il 18 e il 19 giugno 2016 sarà ricordata come quella in cui Lionel Messi ha semplicemente aggiunto un altro record alla sua straordinaria carriera. Il rosario ha avuto bisogno di 108 partite per raggiungere la cifra che, per il momento, condivide con Gabriel Batistuta che, invece, l'aveva raggiunta in 77 partite giocate tra il 1991 e il 2002. L'ex puntero di Newell's Old Boys, River Plate, Boca Juniors, Fiorentina e Roma, in realtà, ne ha segnati altri due in un'amichevole contro la Slovacchia B ma non sono state riconosciute dalla FIFA perché si trattava di una selezione under 23. Sul podio ci sono due nomi importantissimi come quello di Hernán Crespo, che ha realizzato 35 goal in 64 partite, e quello di Diego Armando Maradona con 34 reti in 91 gare.

La Pulga entra in club ristretto di campioni sudamericani che hanno segnato più di 48 goal con la maglia della loro selezione: nei primi posti ci sono tre brasiliani con Pelé (77) che precede Ronaldo (62) e Romario (55). Subito dopo ci sono Batistuta e Messi con 54 goal e, infine, Zico 48 reti.

Abbiamo deciso di ricordare cinque perle che il fuoriclasse ha regalato a tutti gli appassionati prima di raggiungere questo altro traguardo fenomenale con la camicetta albiceleste. Dalla prima contro la Croazia passando per il primo Mondiale e la prima Copa America fino al campionato del mondo del 2014.

Croazia-Argentina 2-3

Argentina-Serbia 6-0

Messico-Argentina 0-3

Argentina-Brasile 4-3

Argentina-Nigeria 3-2