Sono a Napoli da sei anni: siamo cresciuti tantissimo. Credo cha siamo arrivati a un punto di maturazione molto importante. Siamo un gruppo forte, che può vincere.

Dries Mertens non si nasconde. Il belga è uno dei calciatori del Napoli più acclamati nel ritiro di Dimaro e negli ultimi anni è entrato sempre di più nel cuore dei tifosi azzurri. Ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli l'attaccante del club partenopeo si è soffermato anche sulla crescita della società e dei passi in avanti che sono stati fatti nelle ultime stagione con una stoccata di non poco conto nei confronti del suo ex allenatore, Maurizio Sarri: 

Anche la società si è consolidata sempre più nel tempo: credo che siamo giunti all'apice e che possiamo affermarci come meritiamo. La Juventus è forte, vince da otto anni in Italia e ha preso un allenatore al quale devo tanto. Uno scudetto a Napoli però non avrebbe paragoni.

Mertens: I tifosi ci possono aiutare. Manolas? Molto forte

Dries, che per i napoletani è ormai "Ciro", ha voluto sottolineare come la vicinanza dei tifosi, in tanti già presenti in Trentino, può essere molto importante per tutto l'arco della stagione:

I tifosi ci possono aiutare moltissimo. Vederne tanti qui a Dimaro Folgarida fa molto piacere. Abbiamo anche uno stadio rinnovato e abbiamo bisogno che la gente ci stia accanto, perché é la nostra forza più grande.

Su Kostantinos Manolas, appena approdato in azzurro ha affermato: "I primi allenamenti sono stati positivi: è molto forte".

Mertens terzo goleador della storia del Napoli

L'attaccante azzurro è  il terzo goleador di sempre con la maglia del Napoli, a quota 109, ed è vicinissimo ai due primi cannonieri della storia del club campano: Diego Armando Maradona (115 reti) e di Marek Hamsik (121 reti).