Un nuovo capitolo è stato scritto nel rapporto, ormai conflittuale, tra Paul Pogba e il Manchester United. Ieri è stata confermata la notizia che il giocatore francese non è salito sull'aereo che ha portato i Red Devils a Cardiff per la gara di International Champions Cup prevista contro il Milan. La prima informazione trapelata è che il francese non abbia partecipato alla trasferta per un problema alla schiena ma la stampa inglese ha subito ipotizzato ad una prova di forza da parte del calciatore e del suo entourage per velocizzare la sua cessione al Real Madrid.

L'assenza di Pogba è stata una sorpresa per i compagni di squadra e per tutto lo staff, in quanto il giocatore è stato incluso nell'annuncio ufficiale di viaggio. Il manager della squadra britannica, Ole Gunnar Solskjaer, ha parlato così dell'assenza del calciatore francese:

Alla fine della sessione di oggi Paul ha avuto uno spasmo alla schiena, lo stesso problema che ha avuto la scorsa settimana, quando ha perso l'amichevole in Norvegia. Ma penso che sarà disponibile all'inizio della prossima settimana.

È la verità o si tratta di una dichiarazione di facciata per nascondere la volontà di andare via di Pogba? Il suo agente, Mino Raiola, è in Inghilterra questo fine settimana per chiudere il trasferimento di Moise Kean all'Everton e così avrebbe colto l'occasione per incontrarsi con il calciare campione del mondo per progettare una via d'uscita dallo United.

Il Real non vuole problemi con lo United

La destinazione più plausibile e più gradita a Pogba sembra essere il Real Madrid ma all'interno del club bianco credono che forzare la mano danneggerebbe la trattativa con il Manchester United pero il centrocampista francese. All'inizio dell'estate la società di Florentino Perez aveva chiesto di non forzare alcuna crisi interna e la situazione è stata portata avanti in questo modo dall'inizio di luglio fino ad oggi ma con Raiola nei paraggi non si può mai sapere.