Nonostante la delusione per aver soltanto sfiorato il posto Uefa, il Torino attende la sentenza che potrebbe escludere il Milan per il mancato rispetto del FPF e sarebbero a quel punto sarebbero i granata a giocare l'Europa League il prossimo anno. La squadra di Urbano Cairo, che ha raccolto il miglior posizionamento in un campionato a 3 punti della sua storia, sta già lavorando per preparare la stagione 2019/2020 e proprio un giocatore rossonero è l'obiettivo per rinforzare l'attacco di Walter Mazzarri: si tratta di Patrick Cutrone che, come ha riportato da Il Corriere di Torino, è un vecchio pallino del club piemontese. Se il massimo ente calcistico europeo dovesse infliggere un grosso dispiacere al Milan, il giovane attaccante lombardo sarebbe più facile convincere il classe 1998 a diventare il nuovo partner di Andrea Belotti ma, per il momento, non c'è ancora nulla di concreto.

La scheda di Cutrone. (transfermarkt.it)
in foto: La scheda di Cutrone. (transfermarkt.it)

Il mercato granata: assalto a Roberto Pereyra

In caso di Europa League il mercato in entrata del Toro non si fermerebbe a Cutrone: dovranno esser ceduti a titolo definitivo di Niang, Ljajic e Avelar che portato nelle casse la bellezza di 23,5 milioni di euro che potrebbero essere essere utilizzati per dare l'assalto a Roberto Pereyra. Il Tucumano è stato valutato dal Watford non meno di 30 milioni di euro ed è un pupillo di Walter Mazzarri, che lo ha allenato durante l'esperienza londinese e vorrebbe averlo di nuovo alle sue dipendenze. Le alternative al jolly argentino sono Marko Grujic, di proprietà del Liverpool ma in prestito all'Hertha Berlino nell'ultima stagione, e Rade Krunic dell'Empoli.

Nelle ultime ore è stato ufficializzato il riscatto di Ola Aina dal Chelsea per 10 milioni di euro ma manca ancora un esterno per completare la rosa: obiettivo puntato su Mario Rui, in uscita dal Napoli, e Diego Laxalt, ma il Milan vorrebbe basare la trattativa su uno scambio con Kevin Bonifazi.