Come cambierà l’attacco della Roma per la stagione 2017/2018? In questo momento non ci sono molte voci intorno al club giallorosso, al di là della questione che riguarda Mario Balotelli, ma sono diverse le trattative che riguardano il fronte offensivo della società di James Pallotta, soprattutto in entrata. Se per il centrocampo è sempre vivo l’interesse per Bryan Cristante dell'Atalanta, per il quale Monchi ha aperto un varco prioritario nonostante la concorrenza della Lazio, per quanto riguarda l'attacco Eusebio Di Francesco vorrebbe portare a Trigoria Domenico Berardi, suo pupillo ai tempi del Sassuolo. La partita di domenica a Reggio Emilia, oltre a suggellare il terzo posto finale della squadra giallorossa, potrebbe essere un buon momento per avviare una trattativa con i dirigenti del Sassuolo anche perché i rapporti tra i club del resto sono ottimi e in caso di accordo l’affare potrebbe anche chiudersi in tempi brevi. Il patron neroverde Squinzi si sarebbe fatto scappare che Matteo Politano, avvistato domenica allo stadio Olimpico per Roma-Juve, sarebbe "un giocatore da Napoli o da Roma" per dal club giallorosso hanno smentito la possibilità di un ritorno del ragazzo allevato in casa e poi venduto per 3 milioni di euro. Il nome di Mimmo Berardi può fare davvero al caso della Roma e la stagione non proprio brillante che sta per finire potrebbe anche abbassare la valutazione da parte del Sassuolo. Monchi è già al lavoro.

Coric è il primo rinforzo

Il primo rinforzo in ordine cronologico della squadra giallorossa dovrebbe essere il giovane regista croato Ante Coric: la Roma dovrebbe sborsare 7 milioni più bonus alla Dinamo Zagabria e farà firmare un contratto di  cinque anni al ragazzo classe ‘97 che andrà a rinfoltire la colonia della sua annata facendo gruppo con Cengiz Ünder e Gerson.