Il Real Madrid non ha nessuna intenzione di privarsi di Raphael Varane. Si era parlato molto di una possibile partenza del difensore centrale campione del mondo con la Francia nei Mondiali di Russia ma la Casa Blanca è intenzionata a chiedere alle pretendenti  il pagamento della clausola rescissoria inclusa nel contratto, in scadenza nel 2022: 500 milioni di euro. Questa indiscrezione è arrivata nelle ultime ore dalla Spagna e fa capire come Zidane non voglia privarsi del 25enne arrivato a Madrid nel 2011 dal Lens.

Il Real blinda Varane: pronto l'aumento dell'ingaggio

Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo As, a Madrid non vogliono sedersi ad ascoltare le offerte per Varane, che è finito nel mirino di diversi top club europei (compresa la Juve) perché sarebbe un segnale di debolezza inviata dell'operazione di ricostruzione tecnica in vista. Dopo otto stagioni, e sedici trofei messi in bacheca, il difensore centrale non dovrebbe vestire una maglia diversa dalla camiseta blanca e le voci che riguardavano gli attriti tra il numero 5 e il club blanco sembrano un po' cozzare con queste ultime notizie.

È certo che Zinedine Zidane non vuole privarsi di lui ma vorrebbe che Varane diventi uno dei pilastri del suo nuovo Real Madrid ed è ancora più difficile immaginare che una squadra europea, con bilanci a posto e tutto in regola, decida di pagare 500 milioni per portarsi a casa il difensore francese. Al momento sembra che un ritocchino al contratto sia previsto e questo, di solito, è un'arma che convince i calciatori a non essere più così frettolosi: lo stipendio attuale del numero 5 è pari a 6 milioni netti a stagione ma potrebbe lievitare fino a 9 milioni a stagione. Vedremo ancora Varane con la maglia del Real il prossimo anno? È probabile, a meno di follie.  

La scheda di Varane. (transfermarkt.it)
in foto: La scheda di Varane. (transfermarkt.it)