Sembrava potersi sbloccare in giornata la trattativa Manchester Unied-Inter per Romelu Lukaku e invece si è arrivati ancora una volta ad un punto morto nella discussione tra le due società. L'Inter preme ed è evidente che dietro la spinta di Antonio Conte si vuole chiudere il prima possibile ma i diavoli rossi non hanno alcuna fretta di accelerare i tempi.

Il blitz di Ausilio a Manchester, l'offerta ufficiale dell'Inter

Piero Ausilio ha incontrato a Manchester la dirigenza dello United sperando di tornare a Milano con una buona notizia anche per i tifosi interisti ed è così ufficialmente cominciata la trattativa per portare Romelu Lukaku in nerazzurro. La società di Suning si è esposta: una proposta per un prestito biennale con obbligo di riscatto, con l’Inter che valuta il giocatore 70 milioni, mentre i Red Devils chiedono 85 milioni.

Lukaku nell'attacco nerazzurro di Antonio Conte

Su Lukaku l'Inter sta cercando di stringere i tempi per poi pensare anche alla situazione attorno a Mauro Icardi. Il berlga è l'obiettivo sensibile di queste settimane e la volontà del giocatore è quella di lasciare Manchester dove non ha mai trovato reale intesa con club, allenatore e compagni. Un giocatore fondamentale per l'attacco di Conte che già si appoggia su Lautaro, Perisic e Politano.

L'affare fatto: Barella in arrivo dal Cagliari per 50 milioni

Intanto l'Inter ha chiuso in giornata un altro colpo da 90 che era atteso da un momento all'altro: l'acquisto di Niccolò Barella dal Cagliari per una cifra che (con i bonus) potrebbe arrivare quasi a 50 milioni di euro. Il classe 1997 dovrebbe arrivare a giorni a Milano per le visite mediche e poi, dopo un altro po' di vacanza, aggregarsi ai suoi nuovi compagni e mettersi a disposizione di Abotio Conte che lo aveva richiesto e l'ha, alla fine, ottenuto.