Si separano le strade di Antonio Conte e Massimo Carrera: l'ex-coordinatore tecnico del settore giovanile, nonché uomo di massima fiducia del tecnico salentino, volerà infatti in Russia per entrare nello staff dello Spartak Mosca, già allenato dall'ex-calciatore Dmitri Alenichev, altra conoscenza del campionato italiano per aver militato nelle file della Roma e del Perugia.

L'annuncio ufficiale è arrivato dalla stesso società moscovita: si dividono dunque le strade di Carrera e di Conte, dopo un lungo "dualismo". Carrera, che nel 2008 aveva appeso le scarpette al chiodo dopo una lunga militanza in diverse squadre (tra cui Juventus, Bari, Napoli ed Atalanta), era diventato coordinatore tecnico del settore giovanile della Juventus nell'anno successivo. Braccio destro di Conte, tanto da sostituirlo in alcune gare della stagione 2012/2013 quando il tecnico salentino era stato squalificato nell'ambito dell'inchiesta relativa al calcioscommesse.

Dimessosi Conte nell'estate 2014, Carrera lo aveva poi seguito nello staff della Nazionale italiana, diventandone assistente. Finito Euro 2016, in molti davano per scontato il suo arrivo al Chelsea, sempre al seguito di Antonio Conte. Ed invece, a sorpresa, è arrivato l'annuncio del divorzio: mentre il tecnico salentino volava a Londra, sponda Blues di Abramovich, l'ex-difensore bianconero si recava a Mosca per diventare un nuovo membro dello staff dello Spartak Mosca. Per ora è impossibile che le strade dei due tecnici si possano incrociare: il Chelsea è fuori dalle coppe europee, alla stessa maniera dello Spartak Mosca. Ma in futuro chissà: magari in un girone di Champions assieme alla Juventus, per un revival davvero particolare ed emotivo.