Cinque milioni di euro netti (più bonus) è lo stipendio che Mario Mandzukic guadagna alla Juventus. Il croato ha rinnovato il contratto nell'aprile scorso ma, alla luce dei piani dei bianconeri, difficilmente resterà fino al 2021. A 33 anni e con un ingaggio oneroso rispetto alle necessità di bilancio attuali, la punta croata è passata da colonna della formazione di Allegri a esubero di lusso. Dove può andare? Fallita l'operazione con il Manchester United e con il Bayern Monaco (il club ha detto no alla richiesta del tecnico, Kovac, e a un investimento da circa 10 milioni), le ultimissime notizie di calciomercato danno il Milan di Giampaolo quale possibile destinazione: il classico colpo last minute da piazzare quando mancano un paio di settimane alla conclusione della sessione estiva. Un centravanti da affiancare a Piatek che sarebbe al reparto offensivo rossonero efficacia, esperienza, spessore tattico.

Mandzukic al Milan, due intoppi da risolvere per il sì

Condizionale d'obbligo, considerato che a tenere freno l'entusiasmo (non l'interesse) ci sono due fattori essenziali: il primo, di natura esclusivamente economica; il secondo, relativo alla necessità di vendere quei ‘pezzi' del mosaico ritenuti poco funzionali. Il valore di mercato di Mandzukic è possibile: senza lasciarsi ‘spaventare' dalla carta d'identità, prendere un calciatore del suo calibro rappresenta un vero affare nel rapporto qualità/prezzo. L'ex Bayern è da prendere a occhi chiusi, chi non vorrebbe avere in rosa una risorsa come lui?

  • Il problema è lo stipendio che sarebbe troppo alto per i parametri attuali del Milan e occorrerebbero pretese più basse da parte del calciatore oppure una formula che permette di spalmarlo su più anni.
  • Quanto al secondo punto, il Milan non può fare altri passi sul mercato se prima non libera la casella André Silva (sembrava destinato al Valencia ma l'affare Rodrigo saltato con l'Atletico ha stoppato il domino di trattative) e poi cede Castillejo.

Mariano Diaz e Luka Jovic, altri nomi nel mercato rossonero

Quello di Mario Mandzukic, però, non è l'unico nome che circola per il reparto avanzato del Milan. Sul taccuino ci sono anche due candidature che fanno riferimento al Real Madrid e a una rosa con un paio di esuberi non graditi a Zidane: il primo è Mariano Diaz, il secondo Luka Jovic (quest'ultimo bocciato dal tecnico nonostante un investimento da 60 milioni effettuato dal club solo pochi mesi fa).