Tre gol in quattro partite con la maglia dell'Olympique Marsiglia. Mario Balotelli è tornato davvero? Se lo augura Rudi Garcia, che per incoraggiarlo s'è spinto un po' oltre… fino a paragonarlo a Francesco Totti. Se lo augura Roberto Mancini, che non ha chiuso la porta all'ex attaccante del Nizza ma gli ha impartito una severa lezione: mettiti in riga, torna in forma, fa bene quel che devi e ti prendo in considerazione. In poche parole: suda la maglia e merita la convocazione. Balo is back? Può darsi, il trend di rendimento sembra quello giusto (fnalmente). Ce n'è abbastanza per trascinare i biancazzurri alla terza vittoria consecutiva e a -6 dalla terza posizione occupata dal Lione. Sarà vera gloria? Lo scopriremo solo vivendo…

L'esultanza da infortunato, Balotelli scherza con Thauvin

La rete segnata da Balotelli è stata quella classifica del bomber d'aria di rigore. L'attaccante del Marsiglia è nei pressi dell'area di rigore quando l'azione si sviluppa sulla destra. E' all'altezza della lunetta, davanti a sé ha un avversario ma lo ridicolizzerà con una finta liberandosi al tiro di destro: un colpo effetto palla da biliardo, con la sfera che si spegne nell'angolino alla destra del portiere dell'Amiens.

Applausi a scena aperta, abbraccio con i compagni di squadra e poi un'esultanza speciale: subito dopo aver segnato, assieme a Thauvin, ha mimato un infortunio muscolare provocando la reazione divertita degli altri calciatori del Marsiglia. Perché ha esultato in quel modo? Ha tratto ispirazione da un video nel quale un giocatore si provoca uno stiramento dopo aver calciato – e segnato – un calcio di rigore. Balotelli ha ritrovato il gol, il buon umore… ritroverà anche la maglia della Nazionale? Questo dipenderà solo da lui. E non sarà certo per scherzo.