Mentre i suoi ex compagni di nazionale stanno festeggiando il successo sull’Argentina e la conquista della finale di Coppa America, per la prima volta dopo dodici anni, Marcelo finisce sulle prime pagine per il ritiro della patente. Fermato dalla polizia di Rio il giocatore si è rifiutato di fare l’alcol test, ha ricevuto una pesante multa e soprattutto gli è stata ritirata la patente.

Patente ritirata a Marcelo

Prima di ritornare a Madrid il laterale ha deciso di trascorrere le sue vacanze in patria. Nella notte tra lunedì e martedì il giocatore è stato protagonista di un episodio tutt’altro che piacevole. Marcelo mentre guidava la sua vettura nelle strade di Rio de Janeiro è stato fermato dalla Polizia, che gli ha chiesto di sottoporsi all’alcol test. Il difensore si è rifiutato, a quel punto la strada era segnata. Marcelo ha pagato una multa di quasi 3000 reales, la moneta brasiliana, circa 675 euro. E soprattutto a Marcelo è stata ritirata per un anno la patente, potrà guidare in Spagna ma non lo farà invece nel territorio brasiliano.

Il futuro di Marcelo

Un anno fa di questi tempi Cristiano Ronaldo stava per diventare un calciatore della Juventus, quando l'affare divenne ufficiale si parlò di un interesse molto forte dei bianconeri per Marcelo. Il Real però si oppose e disse di no alla Juve, non voleva perdere un altro senatore. Del futuro del trentunenne difensore si è parlato nei mesi scorsi, soprattutto quando Zidane ha provato Reguilon titolare, ma il giovane terzino passerà al Siviglia. E Marcelo sembra essere tornato così in modo definitivo il padrone della fascia sinistra. In una recente intervista, in cui ha parlato dell’amico CR7, il laterale ha regalato solo elogi al suo tecnico:

Zidane? Sono molto vicino a lui, è un fratello maggiore, sono stato molto contento del suo ritorno, non tanto per tornare a giocare, ma per riavere felicità.