26 Febbraio 2013
14:14

Maradona si candida per allenare il Napoli nel dopo Mazzarri (VIDEO/FOTO)

Durante la conferenza stampa che l’argentino ha tenuto a Napoli per parlare dei suoi guai col Fisco, i giornalisti gli hanno chiesto della possibilità di vederlo al comando della squadra azzurra: “La panchina del Napoli è occupata, ma so che Inter e Roma vogliono Mazzarri. Quando lui andrà via…”
A cura di Adriana De Maio
maradona si candida per la panchina del napoli

Maradona sulla panchina del Napoli: più che di una possibilità, allo stato attuale si tratta di un sogno ed anche oggi c'è stata l'occasione per ribadirlo. L'argentino è giunto ieri in Italia per ribadire la sua innocenza nei confronti della giustizia italiana e questa mattina ha tenuto una conferenza stampa, nel capoluogo campano, proprio per parlare del suo rapporto col Fischio. Nel corso dell'incontro con i giornalisti non sono mancate domande in merito al suo possibile approdo alla guida della compagine di Aurelio De Laurentiis e le risposte rilasciate da Maradona infiammano la fantasia dei tifosi

La panchina del Napoli è occupata, ma so che Inter e Roma vogliono Mazzarri. Quando Mazzarri andrà via… (ed alza i braccio per candidarsi, ndr)

Un giorno quando Mazzarri andrà via, il nome di Diego Armando Maradona potrebbe legarsi nuovamente a doppio filo con il club partenopeo e forse quella data potrebbe non essere tanto lontana. Le voci del possibile addio a fine stagione del tecnico toscano si rincorrono ormai da tempo e mentre l'estate scorsa De Laurentiis e Mazzarri rinnovarono le rispettive "promesse di matrimonio" quest'anno la storia potrebbe avere un finale differente. Nel caso, Maradona sarebbe ben lieto di prendere il suo posto (dopo aver vinto la battaglia col Fisco, ovviamente) ma per ora avvisa: "Non penso alla panchina del Napoli, significherebbe mancare di rispetto a Mazzarri. Io ho sempre rispettato i codici del calcio. Saluto Mazzarri e dico che sta facendo un grandissimo lavoro a Napoli".

Lasciate tranquillo Cavani, deve pensare a segnare alla Juve – Non potevano mancare domande sull'attuale idolo dei cuori azzurri, quel Matador sempre accostato al Pibe de oro: "Non fate paragoni con me. Cavani deve pensare alla Juve e a far gol alla Juve". Maradona, che considera Cavani superiore al suo ex compagno Careca, afferma che con i suoi passaggi l'uruguayano potrebbe realizzare il doppio dei gol. La sfida al vertice di venerdì monopolizza l'attenzione di tutti anche di Maradona che preferirebbe viverla in prima persona più che da spettatore. L'argentino suggerisce la tattica vincente: "Il Napoli deve giocare all'attacco sicuramente. Ma con criterio, perché come la Juve con un tiro fa due gol"

I paragoni vanno contestualizzati – "Io credo di essere il migliore" afferma Diego e sui soliti paragoni con Messi o con l'eterno rivale Pelé, risponde raccontando un aneddoto simpatico.

Mia madre quando era in vita mi diceva: perchè ti paragonano con Pelè? Tu sei più forte, Pelè giocava contro calciatori che non si muovevano in campo. Paragone con Messi? Io non le prendo mai, tranne che quando mi paragonano a Pelè. Dice solo stupidaggini. Messi deve essere un giocatore che deve portare la coppa del mondo all'Argentina, ma non sarà facile. L'abbiamo visto l'altro giorno contro il Milan. Quelli che dicono di sapere di calcio affermavano che il Barcellona avrebbe fatto cinque gol al Milan, e invece i rossoneri hanno vinto senza rubare nulla. Hanno bloccato Xavi e Iniesta, fermato Messi. Leo per me è un grandissimo, però io credo di essere sempre il migliore, come diceva mia madre"

Rivedono la rissa nello spogliatoio ed esultano per la violenza: il video rubato dopo Zenit-Spartak
Rivedono la rissa nello spogliatoio ed esultano per la violenza: il video rubato dopo Zenit-Spartak
Ferlaino porta un mazzo di fiori al murale di Diego Armando Maradona
Ferlaino porta un mazzo di fiori al murale di Diego Armando Maradona
467 di Viral News
Verona nel caos, Bocchetti non può più essere l'allenatore:
Verona nel caos, Bocchetti non può più essere l'allenatore: "Dervishi risulta essere il tecnico"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni