Vincent Kompany al termine della scorsa stagione ha lasciato il Manchester City, lo ha fatto nel migliore dei modi vincendo quattro trofei in un’annata indimenticabile e segnando un gol decisivo per la conquista della seconda Premier League consecutiva. Il City ha perso il suo capitano. Guardiola non ne ha scelto un altro, ma ha deciso di far votare la squadra che ora dovrà decidere chi porterà la fascia.

Chi indosserà la fascia di capitano del Manchester City

Guardiola è un democratico, nella sua vita si è speso in tante battaglie extra calcio, ha annunciato che saranno i calciatori del City a eleggere il nuovo capitano. Lo spogliatoio voterà e così verrà trovato l’erede di Kompany. Democrazia al potere, nessun vantaggio per i senatori né per i calciatori più rappresentativi. Questo metodo era stato già adottato dal Barcellona qualche anno fa e dall’Ajax di Crujiff negli anni Settanta:

Il nuovo capitano lo individueremo quando tutti i giocatori saranno rientrati nel gruppo. I ragazzi faranno una riunione e sceglieranno chi sarà il capitano.

Quali sono i candidati per la fascia del Manchester City

In Inghilterra i media sono impazziti, i tifosi dei campioni d’Inghilterra hanno fatto partire online una serie di sondaggi, ognuno ha il suo preferito. Aguero nonostante il record di gol e di titoli con il club non sembra uno dei candidati forti. Il ballottaggio è tra due centrocampisti offensivi, lo spagnolo David Silva, che pare il favorito anche se quesa è la sua ultima stagione e il problema, in caso di elezione, si riproporrebbe, e Kevin De Bruyne, il belga (connazionale dell’ex capitano) ha avanzato la sua carriera pubblicamente:

Se i miei compagni o i dirigenti del club vogliono che io sia il capitano, accetterei volentieri. Ma si tratta di una decisione da prendere tutti insieme, tra noi giocatori in accordo con il management e lo staff tecnico.