Nelle ultimissime notizie di calciomercato prende sempre più forza il passaggio di Franck Ribery alla Fiorentina. Uno dei colpi ad effetto della sessione estiva 2019 per la Serie A, il primo dell'era Rocco Commisso: sarebbe un segnale molto forte per la tifoseria della Viola. Operazione in chiusura nelle prossime ore e possibilità da parte del francese di effettuare anche le visite mediche: le effettuerà nella giornata di mercoledì. Il nome dell'esterno offensivo è di quelli importanti e d'esperienza: l'arrivo dell'ex Bayern Monaco non è soltanto una suggestione e la trattativa va avanti ormai da oltre quaranta giorni. Ribery sta seriamente valutando di approdare in Serie A per la prima volta nella sua carriera e alcuni segnali social negli ultimi giorni accendono sempre più questa pista.

Il primo contatto tra il club toscano e il classe '83 risale allo scorso 13 luglio e da allora la trattativa è andata avanti senza sosta. Secondo quanto riferito da Sky Sport, la dirigenza viola sta cercando di mettere a posto alcune problematiche, tra cui quella che riguardano il fisioterapista di fiducia Giudo Bianchi, conosciuto grazie a Luca Toni (lo aveva portato in Baviera l'ex centravanti della Nazionale) e che il giocatore vorrebbe portare con sé in Italia. Intanto gli avvocati del club stanno cercando di risolvere alcuni nodi riguardanti le garanzie economiche con l'entourage del calciatore.

I dettagli dell'operazione Ribery: biennale da 4 milioni

Dopo diverse settimane di voci, rumors e dietrofront la Fiorentina adesso crede nel colpaccio e avrebbe messo sul tavolo un contratto bienale da 4-4.5 milioni di euro: si tratta di cifre molto più basse rispetto a quelle che Ribery guadagnava al Bayern Monaco ma il giocatore francese dovrà, in tutti i casi, andare incontro ai limiti di spesa del club toscano, che ormai pregusta il grande colpo di mercato. A confermare l'interesse per il calciatore nato a Boulogne-sur-Mer è stato lo stesso direttore sportivo dei viola, Daniele Pradè, in conferenza stampa ma è evidente che l'operazione si farà solo se Ribery tenderà la mano alle esigenze della Fiorentina.